Archivi categoria: Cultura

AL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO LA II EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE “POSILLIPO, CULTURA DEL MARE”

Si terrà il prossimo Venerdì 21 giugno, a partire dalle ore 19.00, al Circolo Nautico Posillipo in Via Posillipo n. 5 a Napoli, la II edizione del Premio Internazionale “Posillipo, Cultura del Mare”.
Alla vigilia delle Universiadi di Napoli di luglio, “per una sera il Circolo Posillipo, casa dello Sport, diventerà la sede di un confronto sulla risorsa mare” – ha detto il Presidente del sodalizio sportivo Vincenzo Semeraro – “coinvolgendo, oltre ai paesi del Mediterraneo, anche il mondo della scuola e i giovani”.
Il Premio, cui è collegato il concorso giornalistico, è ideato e organizzato per il secondo anno consecutivo dal Circolo Nautico Posillipo, quest’anno in collaborazione con la Fondazione Cultura & Innovazione e patrocinato dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli, dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti, dal SUGC, dall’Autorità Portuale di Napoli, della FE.N.CO. e dall’Istituto di Cultura Meridionale.
La Giuria del Premio è composta da Silvana Lautieri, presidente, Mirella Armiero, Ermanno Corsi, Ernesto Mazzetti, Massimo Milone, Armida Parisi, Carlo Verna, Gennaro Famiglietti, Riccardo Iuzzolino.
Conduce la serata la giornalista Nunzia Marciano.


La serata vedrà il conferimento dei Premio e dei riconoscimenti a personalità e istituzioni particolarmente rilevanti in un’ottica di promozione e sviluppo del territorio nostrano. Tra questi, la conduttrice di Linea Blu Donatella Bianchi, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che ha fortemente voluto le Universiadi a Napoli; l’Ammiraglio James Foggo, nuovo comandante della Nato a Napoli; il Vice capo della polizia e prefetto Antonio De Iesu; l’olimpionica Manuela Di Centa, testimonial del meeting; la giornalista e conduttrice di Mattina 9, Marilù Adamo (per il miglior format televisivo dedicato alle scuole); la giornalista de La Repubblica Alessandra Retico; il Presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn lo scienziato Roberto Donovaro; l’Ambasciatore della Repubblica di malta, Vanessa Frazier; il Presidente dell’Associazione MareVivo Rosalba Giugni; lo scrittore Maurizio De Giovanni; l’ex Rettore dell’Università Federico II, editorialista e scrittore Guido Trombetti; la giornalista de Il Mattino Rossella Grasso; il Rettore della Pontificia Accademia di Musica Sacra Monsignor Vincenzo De Gregorio.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

“Ti Porto Se Vuoi” degli Armonika spopola tra le 100 hit italiane

Più di 30mila visualizzazioni su YouTube in un mese e per la seconda settimana consecutiva nella Top 100 delle hit italiane più ascoltate.
Scala le classifiche “Ti Porto se vuoi” il singolo de Gli Armonika, il duo napoletano composto da Antonio Ucciero e Erika Calì.
Il brano prodotto da Mad Man Factory e arrangiato da Gianfranco Voiglio con etichetta Advice Music – Milano, che si fregia anche del patrocino del del Co.Re.Com. Campania, in meno di un mese si è imposto all’attenzione del pubblico nazionale.
La canzone, infatti, attualmente è 54ª tra le 100 più amate e ascoltate dagli italiani. Insomma un ottimo risultato ritrovarsi assieme agli ultimi singoli di Gabbani, J-Ax, Coez, Bob Sinclair, Ultimo, Irene Grandi, Arisa, Thegiornalisti, Ermal Meta, Fiorella Mannoia solo per citarne alcuni.
Un inno all’amore che supera barriere e differenze composto da sonorità mediterranee e latine, ma anche dal rap e dal reggae ton partenopeo, questa la ricetta vincente de Gli Armonika.


“Siamo felici per questo traguardo- affermano Antonio ed Erika- essere tra i top 100 italiani premia il nostro lavoro e i nostri sforzi. Diciamo grazie al pubblico che ci vota e ci continua a seguire sui social. Ci aspetta una grande estate. Porteremo la nostra musica e il singolo in giro per la Campania e per l’Italia cercando di dare sempre il massimo”.

IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=cLKovNTj9Po

Contrassegnato da tag , , , , ,

“Ti Porto Se Vuoi”, il nuovo singolo degli Armonika

Un inno all’amore che supera barriere e differenze.
Sonorità mediterranee e latine, il rap partenopeo e il ritmo irresistibile del reggaeton.
Si intitola “Ti Porto Se Vuoi”, il nuovo singolo de “Gli Armonika”, il duo napoletano composto da Antonio Ucciero ed Erika Calì in vendita dal 7 Maggio 2019 su tutti i digital store su etichetta Advice Music – Milano e da oggi anche on line su YouTube.
Prodotto da Mad Man Factory, il brano è composto e arrangiato da Gianfranco Voiglio.
Due artisti, Antonio e Erika, che hanno avuto la fortuna di incontrarsi tra le “note” della vita e fondersi in un’unica anima:“Gli Armonika”.
Un mix eclettico fatto di soul, pop, rap e dance, il duo ha all’attivo anni di show in tanti locali della Campania con una proposta musicale che parte dagli anni 70/80/90 fino ai giorni nostri.
Poi la necessità, per Antonio e Erika di scrivere, arrangiare, mescolare note, creare un prodotto che parlasse di sé, che fosse a suo modo autobiografico ma anche intimo e personale.
Proprio come il loro logo, una lettera emme stilizzata che riporta al nome della loro bambina: Melody.
“Ti Porto Se Vuoi”, racconta sullo spartito e nel video, ideato da Peppe De Muro per la regia di Mauro Di Rosa, la storia d’amore tra una ragazza napoletana e un ragazzo di colore.
Un amore che gioca a rincorrersi, che spinge a cercarsi e conoscersi. “Io ti seguirei pure in capo al mondo, per recuperare tutto il tempo perso… qui si tratta di noi!”
Ma anche un testo che parla di integrazione culturale, contro il razzismo e la discriminazione con Napoli “ombelico del mondo”, città di accoglienza e cosmopolita.
Un singolo che dimostra a tutti che il più potente antidoto contro l’odio e il rifiuto dell’altro è solo l’amore!
“Un testo e una musica che ci hanno subito colpito – spiegano Gli Armonika- non solo per il significato ma soprattutto per il forte messaggio che lancia.
Mancava però la parte rap, quel qualcosa che ci contraddistingue da sempre e abbiamo deciso di aggiungerla alla fine della canzone.
La nostra storia professionale e come coppia è un mash-up, nasce nel 2011; da subito abbiamo deciso di iniziare a suonare e di intraprendere insieme questo percorso fin dai primi passi, mescolando stili, sensazioni, generi, e perché no, anche artisti a cui ispirarsi.
Da quel momento sono nate cover riarrangiate di brani italiani e non, sperimentazioni, la partecipazione a X-Factor e tante serate e partecipazioni a manifestazioni musicali”.

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

MADE IN SUD 2019, IL VIDEO UFFICIALE  Frank Carpentieri feat Edoardo Bennato, Franco Ricciardi, Antonio De Carmine Principe e Rocco Hunt 


La città di Napoli, con i suoi colori, i suoi quartieri e la sua gente è protagonista del videoclip del brano “Made in Sud 2019”, canzone scritta da Frank Carpentieri insieme a Nando Mormone e Antonio De Carmine “Principe” che fa da sigla all’omonimo format televisivo prodotto dalla Rai in collaborazione con Tunnel Produzioni, ed in onda il lunedì in prima serata su Rai Due. Il singolo, divenuto già un tormentone tra i giovanissimi e non solo, è cantato da un trio di artisti di eccezione: Franco Ricciardi, Rocco Hunt e Edoardo Bennato (autore della strofa da lui eseguita) e i cori cantati da Antonio De Carmine Principe. Nel video, nato da una idea di Frank Carpentieri, Mario Esposito e Nando Mormone, e di cui alcune scene sono state girate durante le prove dello show comico, sono presenti tutti gli artisti del cast di Made in Sud ma anche tutti coloro che lavorano nel dietro le quinte, a cominciare dal produttore Tunnel, Mormone, nonchè gli autori e lo staff della redazione. La regia è di Peppe Chirico. 
Fotografia: Peppe De Muro
Operatore alla macchina: Luigi Scotto e Lorenzo Chirico 
Assistenti: Deborah Veneziano  
Assistente alla regia: Jack Morlando  

https://youtu.be/Xfz5Uhw5ccU  link video 

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Alla Terza edizione “PREMIO NAZIONALE ARTE E CULTURA CITTA’ DI CASSINO” premiato il tenore Giuseppe Gambi  

Sabato 16 marzo 2019 si è svolto presso l’AULA PACIS in Cassino la terza Edizione del Premio Nazionale Arte&Cultura Città di Cassino. Istituito dall’Associazione Assoprom Italia nel suo programma di promozione territoriale il Premio, si pone quale obiettivo la crescita e lo sviluppo dell’immagine del nostro territorio . Ricco di cultura, storia e tradizioni, fonte di conoscenze e viatico per il futuro intellettuale delle generazioni prossime trova in questa forma espressiva il massimo della conoscenza della nascita della lingua in volgare Italiana. Non a caso l’emblema scelto per rappresentare tale premio è proprio il Placito Cassinese Capuano documento storico custodito nell’abbazia di montecassino risalente al 960 D.C. 

Giunto alla terza Edizione viene conferito annualmente a persone ché si sono particolarmente distinte nel mondo dell’arte dello spettacolo e della cultura Italiana . La serata condotta egregiamente dal noto presentatore Erennio De Vita ha visto come introduzione iniziale uno spettacolo teatrale dal Tema SUCCISA VIRESCIT a cura delle “Nuove Direzioni”. Il padre Abate di Montecassino S.E. Don Donato Ogliari presente in sala con una significativa affermazione “l’Arte è Cultura” ha dato il via alle premiazioni che si sono cosi succedute a partire dalla Dott.ssa Chiara Di Malta ricercatrice scientifica, all’Attrice Luciana Frazzetto e per concludere al giovane Maestro Giuseppe Gambi tenore pop ambasciatore del bel canto Italiano e Napoletano nel mondo chè a conclusione ha voluto regalre alla platea un favoloso brano di Claudio Villa UN AMORE COSI GRANDE coreografato dalla Ballerina di soli dieci anni Marianna Capone .

Un ringraziamento anche quest’anno si rinnova a tutti coloro che hanno reso possibile questo bellissimo momento di alta cultura Italiana ma soprattutto un particolare ringraziamento va a Don Luigi Di Bussolo Presidente della Fondazione S.Benedetto di Cassino per aver permesso e dato l’onore all’Associazione Assoprom Italia di conferire questo speciale Premio Nazionale all’interno dei festeggiamenti di S.Benedetto Patrono d’Europa nella Città di Cassino culla della lingua Italiana.

OMOVIES Film Festival 2018 con la star di Bollywood e Vladimir Luxuria

31E356B1-3EFE-4E31-9943-AD22C71C048D.jpeg

Tutto pronto per l’11esima edizione dell’OMOVIES Film Festival che aprirà i battenti domani, lunedì 10 dicembre alle ore 18,30 al Cinema Hart (via Crispi, 33) con la proiezione del documentario “Kelly” (Germania-Italia 2017- 60’) di Uli Decker. A seguire la cerimonia d’apertura con il direttore artistico Carlo Cremona alla presenza della madrina Vladimir Luxuria e il presidente di giuria Yuvraaj Parashar. Attore, producer e ballerino indiano, Parashar è stato protagonista per la prima volta nella storia di Bollywood di una scena in cui si baciano due uomini, con conseguente ostracismo anche da parte della propria famiglia, che torna a Napoli dopo la depenalizzazione del reato di omosessualità in India. «È come un sogno diventato reale – ha dichiarato l’artista indiano – ed è anche una grande responsabilità. Non avrei mai pensato di essere un giorno il presidente di un festival di cinema. Sono contentissimo e non vedo l’ora di partecipare al festival. E questo festival è internazionale, perché amiamo il cinema in tutte le parte del mondo»

All’inaugurazione prenderà parte anche il corAcor – Napoli Rainbow Choir diretto dal maestro Maria Gabriella Marino con un intervento musicale. Alle 20,35 la proiezione del film “Evening-Shadows” (India 2018 – 102‘) di Sridhar Rangayn. Tutte le pellicole saranno proiettate in lingua originale con i sottotitoli in italiano a cura del progetto OMOVIES inTRANSlation (eventi ad ingresso gratuito, per info www.omovies.it)<http://www.omovies.it)>.

Il programma di martedì 11 prevede proiezioni al mattino dalle 10 al Rainbow Center Napoli (via Antonio Genovesi, 36) dei documentari “Quarto Camarim” (Brazil 2017 – 101‘) di Camele Lyra Queiroz e Farbicio Silva Ramos, “Soy Álex” (Spain, Mexico 2017 – 16′) di Itzuri Sanchez e Joss Manz, “Visibles” (Spain 2018 – 20′)  di Enrique Rey, “Villa rosa” (Cuba 2016 – 50’) di Lazaro J. Gonzales, “Loftet” (Sweden 2017 – 14′) di Paula Gustafsson. Al pomeriggio dalle 16 al Pan (via Dei Mille, 60) con il cortometraggio “Disconnected” (Germany 2018 – 9′) di Masa Zia Lenardic, Anja Wute, seguito dai documentari “Sidney & Friends” (United Kingdom, Kenya 2018 – 75′) di Tristan Aitchison, “Positive Youtubers” (Brazil 2017 – 15′) di Leandro Goddinho, “The World is round – I Parte REFUGE” (Germany 2017 – 10′) di Leandro Goddinho, “The World is round  – II Parte THE KISS” (Germany 2017 –  5′) di Leandro Goddinho, “Il calciatore invisibile” (Italy 2018 – 63’) di Matteo Tortora. Chiude la giornata il dibattito “Sport e omofobia” sulla squadra di calcio gay del Pochos Napoli.

Il festival internazionale di cinema omosessuale, transgender e questioning promosso dall’Associazione i Ken Onlus proseguirà fino al gran galà di domenica 16 dicembre tra proiezioni di lungometraggi, documentari e cortometraggi provenienti da tutto il mondo, workshop, dibattiti, incontri tematici coinvolgendo il cinema Hart, la libreria del cinema e della legalità c/o Rainbow Center Napoli, il PAN – Palazzo delle Arti Napoli, l’Istituto Francese di Napoli, la Libreria del Cinema, Cinema Posillipo, in un sistema di multisala diffuso sul territorio.

L’OMOVIES è il primo festival internazionale di cinema a tematica LGBT+ del Sud Italia, nato nel 2007 con l’obiettivo di promuovere nei circuiti nazionali ed internazionali, Napoli e la Campania quale territori di socializzazione, solidarietà ed accoglienza e favorire lo sviluppo di un turismo innovativo. L’edizione 2018 è realizzata con il contributo del piano operativo annuale di promozione dell’attività cinematografica e audiovisiva della Regione Campania. Partner del festival Comune di Napoli, Fly Up, Run Film, CFCC, Rainbow Center Napoli, CorAcor, SPI CGIL Campania, Giudice srl. Sponsor Palazzo Caracciolo, Tenuta Sant’Agostino, Sexy Pepe, Napoli Gay Friendly, Noy & You Communication, Uilcom Campania.

Contrassegnato da tag , ,

Vida Loca, lo show collettivo sbarca al Club Partenopeo

ECB3F800-0510-4357-97C3-E61939A147AC.jpeg

Vida Loca, lo show collettivo che trasforma i suoi ospiti in protagonisti sbarca a Napoli al Club Partenopeo, sabato 27 ottobre a partire dalle ore 23:30, in una location che si è trasformata in uno spazio capace di accogliere solo il meglio della night life partenopea, grazie alla sua nuova offerta artistica.
Vida Loca è un evento che va oltre il solito dj set o concerto di una star musicale, regalando al pubblico uno spettacolo collettivo che trasforma i suoi ospiti in protagonisti, ponendoli al centro della scena.
La sensualità e la bravura delle ballerine e dei ballerini si fondono alla perfezione con il ritmo della serata, trasformando il sound dei suoi djs Tommy Luciani, Giulia Alberti e tutti gli altri in uno show innovativo, capace di far interpretare dal vivo ai suoi performer hit e brani poco conosciuti ma capaci di far vivere qualcosa di diverso dalla solita ’serata in discoteca’.

1556CF89-BFAA-4CFB-828D-D3118BCFE942.jpeg

Grazie ai costumi, agli effetti scenici che stupiranno il pubblico e agli immensi cubi che daranno una nuova atmosfera alle location che ospiterà l’evento, Vida Loca porterà in scena un musical notturno tutto da vivere, con gli amici, con chi sia ama e sempre con il sorriso sulle labbra.
Un tour fatto di eventi che sanno mescolare effetti speciali, performance di ballo, dj set, live music, scenografia d’impatto, passando tra pop, reggaeton, hip hop ed r’n’b.
Uno dei party più ballati in Europa, che solo durante l’estate 2018 ha fatto muovere a tempo circa 140 eventi in tutto lo stivale e pure a Formentera.
La location
Il Club Partenopeo riapre le porte al suo pubblico e si trasforma puntando sull’essenza del proprio naming, composto dalle parole chiave Club: di respiro internazionale e associabile ad eventi, musica, intrattenimento e Partenopeo: tradizionale ma intrisa di storia, cultura, passione e solarità.
L’obiettivo di questa stagione e potenziare gli aspetti positivi del clubbing partenopeo promuovendo ancora una volta eventi musicali di qualità, sana aggregazione e, soprattutto, promozione del brand “partenopeo”, ovvero Napoli e le sue innumerevoli bellezze e aspetti positivi.
Il club proporrà alle associazioni e movimenti che lavorano per promuovere e tutelare la napoletanità di usufruire del club per diffondere le proprie iniziative, esponendo materiale informativo e spiegando al pubblico, prima degli eventi, il proprio operato attraverso interventi o presentazioni digitali.
Quando: Sabato 27 ottobre, ore 23:30
Dove: Club Partenopeo Via Coroglio 144, Bagnoli- Napoli

Contrassegnato da tag , , ,

Il ritorno di Samuel Holkins con la cover “Wasted Years”degli Iron Maiden

Samuel Holkins (3)Samuel Holkins noto artista musicale, punta ad un altro successo e si impone nuovamente sulla scena musicale nazionale.
Lo fa con una cover, “Wasted Years”, brano degli Iron Maiden che  in rete ha già superato le 20mila più di visualizzazioni. Si tratta di una coinvolgente versione elettronica/reggae che punta anche su di un bel video ambientato a Gaeta, dove campeggiano splendidi panorami ed efficaci murales.
Samuel Holkins è un nome che nasce dalla fusione della pronuncia volutamente falsata di quello di un altro artista famoso tra gli anni ’50 e ’60: Screamin Jay Hawkins. Si ripresenta efficacemente al pubblico, forte di una versione capace di coinvolgere con immediatezza: sta infatti conquistando una platea eterogenea, registrando senza sforzo una più che soddisfacente audience.
Originario di Formia, Samuel è stato cresciuto in Svizzera, dai genitori, entrambi italiani, trasferitisi per motivi di lavoro.
Orientato da sempre sulla Musica – passione  di famiglia, ereditata soprattutto dal padre batterista – già in età precoce, si lancia a capofitto da subito nella sperimentazione sonora attraverso l’uso dei tanti strumenti presenti a casa.
A determinare presto una scelta precisa da parte del giovanissimo musicista, è l’opportuna possibilità di usufruire tra i vari strumenti di una magnifica Pearl rossa che inizia ben presto a suonare con sempre maggiore interesse e passione.
Negli anni ‘90, forieri del grunge e del rock frenetico, il suo percorso musicale lo  porta dall’approccio dalla strumentisti alla individuazione recisa della sua autentica passione preponderante: il canto. In breve tempo diventa la sua attività prioritaria completandone la formazione artistica, che andrà man mano perfezionando.
Velocemente si impone nel settore, sulla critica e sul pubblico.
Le prime esperienze concrete siglano l’evoluzione di “Samuel Holkins”, Proseguendo sulla strada di successi tracciata da “Falsa La Verità” e da “Il santo”, arriva velocemente alla produzione di due album. Il primo è “Falsa La Verità”. È lui stesso a registrarlo, a Maranola, in provincia di Latina, mentre a missarlo è Davide Perrucchini (Verdena – Ulan Bator) a Bergamo.
I consensi più significativi non si fanno attendere e sono numerosi. Di lui di interessano gli addetti ai lavori e i mass media; le radio, circa 200, lo inseriscono nella loro programmazione è così ne decretano il successo.
Arriva pure un’interessante proposta da parte dell’etichetta discografica Music Force di Chieti che gli offre un contratto discografico per portare  avanti il suo progetto.
Pure il secondo album, intitolato “Il Santo”,   giunge in breve al successo, grazie anche alla indovinata presentazione al pubblico:
appena prima della sua uscita, nel febbraio del 2016, viene infatti allegato  gratuitamente a 4mila copie del quotidiano “Il Sannio”: questo accelera la conoscenza e la diffusione in zona e determina dunque il secondo boom dell’artista. Il brano riscuote arriva a imporsi presto:  magneticamente coglie l’attenzione del pubblico, catturata già in partenza dal video, particolarmente
trash, di denuncia politica. Si tratta di un’opera “contro”, dall’ impatto preso che garantito, firmata dal regista Antonio Zannone.
Per Samuel Holkins si apre un nuovo capitolo, con gli inviti che cominciano arrivare a raffica,  per partecipare ad importanti festival.
Va in apertura per Max Gazzè, Enzo Avitabile Bud Spencer Blues Explosion e al primo maggio di Chieti è con headliner gli Apres La Classes: quell’anno più di 10mila presenze.
Samuel è costretto però ad interrompere il suo percorso musicale anche se soltanto per un breve periodo, per problemi di salute.
Questo non lo ferma più di tanto: motivato e determinato a conquistare il successo, sceglie di riprendere anche se gradatamente, l’ attività.
Appena possibile, torna alle esibizioni live ed inoltre intraprende collaborazioni riuscite e si esibisce anche in altre formazioni nel Sud Pontino, continuando la sperimentazione già da tempo intrapresa e raggiungendo nuovi traguardi nell’evoluzione artistica. Riesce a raggiungere così altri tipi differenti di sonorità, puntando su Reggae e Dance Hall, Ukulele ed Elettronica.
Viene attratto dalla musica in lingua francese, della quale è madre lingua: è questa la sua nuova svolta, che segna l’inizio del periodo francofono.

Raggiunge in particolare un interessante mix di sonorità che rende maggiormente appetibile la sua offerta professionale e parallelamente favoriscono pure maggiori chance lavorative che Holkins valuta e coglie l’opportunità con sensibilità: propone le sue nuove idee sonore a KMas, Cosmo Masiello, raccogliendo una risposta decisamente positiva e ne conquista pure la fiducia: tanto da prendere la decisione di produrre i nuovi brani proprio insieme a Samuel, con la nuova etichetta KMas Music.

Inizia così una nuova avventura.

Iron Maiden – Wasted Years (Samuel Holkins Cover)
https://www.youtube.com/watch?v=d0iF_PLNA9w

Contrassegnato da tag , , ,

“Bella Storia-Social Music Festival”: l’evento cult della scena indie italiana-Conducono i The Jackal

Venerdì 10 e Sabato 11 Agosto andrà in scena al Poli Feristico di Venticano (AV) “Bella Storia-Social Music Festival”, l’evento cult della scena indie italiana
andrà in scena venerdì 10 e sabato 11 agosto al Polo Fieristico di Venticano di Avellino.

Una kermesse musicale innovativa che punta su artisti leader della scena nazionale ed internazionale: Skin, Ghemon, The André, Coma Cose, Nitro, Nu Guinea, Wrongonyou, Savastano, Willie Peyote, Frah Quintale, Moda Loda Broda, Quentin 40, Frenetik & Orange, Zulu e tanti altri.

A condurre Bella Storia-Social Music Festival saranno i THE JACKAL, star assolute del web e icone dell’intrattenimento digitale, che attraverso le loro immancabili performance ironiche e surreali coinvolgeranno il pubblico rendendolo uno dei protagonisti dell’evento.

Due saranno i palchi dedicati alla prima edizione di questo evento che può contare su un’area capace di ospitare fino a 5mila persone, impreziosita da un’area food and drink con tre postazioni bar, una pizzeria, stand enogastronomici di qualità, intervallati da una relax zone in cui rilassarsi e godere dell’aria pulita dell’Irpinia.

Attiva anche un’area gaming: spazio ludico dedicato agli appassionati di videogames.

La manifestazione musicale sfrutterà al meglio la suggestiva notte di San Lorenzo, venerdì 10 agosto, grazie ai telescopi di ASTRO – Atripalda che messi gratuitamente a disposizione guideranno gli amici del festival verso le stelle e l’immensità dell’universo.

Bella Storia si contraddistingue anche per essere un festival assolutamente “social” che mira ad aggregare un vastissimo pubblico.

L’ evento è stato ideato dall’associazione culturale Invasioni17, mentre la direzione artistica è stata affidata a Felice Caputo titolare del «Tilt – tattoo bar events», uno spazio socio-culturale di promozione musicale che si è imposto in Italia come punto di riferimento dei generi musicali che saranno proposti nella due giorni del festival: indie, trap e alternative rap.

«Un accostamento di parole tanto semplice quanto potente. Un modo gergale per sottolineare qualcosa di imperdibile, di piacevole, di riuscito in pieno. Ed è proprio da questo assunto che nasce Bella Storia Social Music Festival, un momento speciale e fuori dall’ordinario da offrire ad una terra che pullula di vitalità inespressa» spiega Felice Caputo.

30 ore di musica ininterrotta all’interno di un’area backstage di notevole ampiezza farà da collante tra i grandi artisti che calcheranno i due stage, motori di un evento musical che regalerà al suo pubblico belle storie fatte di concerti e momenti di sana aggregazione socio-culturale.

Il primo Social Music Festival Italiano

“Bella Storia” nasce da un accostamento di parole tanto semplice quanto potente ed immediato rimanda subito ad un momento o a un contesto piacevole da non perdere assolutamente.

Si tratta del primo vero Social Music Festival italiano e la sua forte connotazione social ha una duplice accezione.

Social, attraverso la sua comunicazione crossmediale, accattivante e coinvolgente e altrettanto social dal desiderio di creare un momento indimenticabile e di reale interazione, aggregazione e scambio fra persone che giungeranno da ogni parte del paese.

La line up che propone è frutto di una meticolosa ricerca, realizzata grazie allo studio delle ultime tendenze della musica pop.

Ricerca che ha spinto gli organizzatori verso una selezione accurata dei migliori artisti delle principali indie label discografiche italiane.

Un social festival musicale che prenderà corpo attraverso una vera e propria “festa” di 2 giorni che riunirà una grande comunità di appassionati di buona musica e smaniosi di condividere assieme ad amici e nuove conoscenze cultura, divertimento e tante belle storie.

A supporto dell’organizzazione si è unita l’esperienza dei founders del 35mm, fulcro della nightlife avellinese, dell’Ufficio K, agenzia che organizza e promuove eventi musicali da oltre 15 anni, del Dreamers Studio, società specializzata in event management consulting e dell’Irpinia street Mood, associazione impegnata nella valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche irpine in chiave street food a cui è stata affidata la gestione dell’area food & beverage.

BELLA STORIA «Social music festival» sarà patrocinato dal Comune di Venticano e avrà come main sponsor Chime e si avvarrà di sponsor tecnici come «Ceres» e «Red Bull», che impreziosiranno il festival con tanti gadget.

Insomma, sarà proprio una #BellaStoria!

La location

Un’intuizione figlia di una “lucida follia” ha partorito l’idea di dare vita a un festival nel cuore dell’Irpinia, capace di far emergere tutta la vitalità e la cultura di questi luoghi, rappresentando di anno in anno un momento di incontro irrinunciabile per tutto il Sud Italia e per l’intero Paese.

La location che accoglierà “Bella Storia” sarà Il Polo Fieristico di Venticano in provincia di Avellino.

La scelta della location, frutto di un accurata selezione, tiene conto della strategica posizione geografica della località, dotata di un’uscita autostradale dedicata, è posta al centro fra Campania, Molise, Puglia e Basilicata.

Uno spazio concepito e logisticamente adibito per ospitare manifestazioni di largo richiamo, scelta ideale per la migliore ricezione delle 5.000 presenze attese.

Info Utili

I biglietti per partecipare a «BELLA STORIA» sono in vendita sui circuiti Ticket One e Go Due.

Il costo del singolo ticket è di 20€ più diritti di prevendita.

Il prezzo dell’abbonamento per i due giorni del festival, invece, sarà di 33€ a cui andrà aggiunta la prevendita.

Dove: Ingresso al Polo fieristico di Venticano da via del Foro (AV)
Quando: Apertura porte a partire dalle ore 16

Contrassegnato da tag , , , , ,

Al via la finale di “Una voce per l’Agro”

Dopo il grande successo della semifinale del concorso canoro “Una voce per l’Agro” che si è svolta il 28 Febbraio 2018 scorso al teatro Arbostella di Salerno, tutto è ormai pronto per la sfida finale. Sarà proprio il comune di San Valentino Torio il cuore pulsante dell’agro nocerino-sarnese, ad ospitare il 10 giugno 2018 alle ore 19,30 in piazza Amendola,la fase finale dell’evento. Un ringraziamento particolare va all’amministrazione comunale nella persona del primo cittadino, dr. Michele Strianese e in quella dell’assessore allo spettacolo dr. Enzo Ferrante che hanno voluto fortemente che si svolgesse in questo magnifico comune che è appunto San Valentino Torio, il paese degli innamorati, piccolo ma pieno di fascino, immerso nella natura, tranquillo e vivace nello stesso tempo.

Alla finalissima del concorso si esibiranno tutti gli artisti che hanno superato le selezioni on line. La manifestazione sarà ripresa integralmente da Rtc Quarta Rete e sarà trasmessa in differita tv nei giorni successivi all’evento, ricordiamo altresì che in contemporanea ci sarà la diretta di radio MPA. Organizzatore nonché direttore artistico e presidente di giuria dell’evento, sarà il poeta, scrittore, vincitore di numerosi premi letterari a livello nazionale, Pietro Baratta. La manifestazione sarà condotta da Edda Cioffi, la scenografia sarà curata integralmente dal Centro Internazionale Danze di Boscoreale diretto da Elena Spiezia. Ricordiamo che alla semifinale del concorso sono stati assegnati il Premio Radio alla concorrente Luisa Picerno ed il Premio della Critica alla concorrente Rubina Della Pietra. Il vincitore del concorso canoro riceverà una borsa di studio di quattro lezioni messa a disposizione dallo studio di produzione Big Stone, per iniziare un progetto artistico che vedrà la realizzazione di un singolo per Sanremo giovani, inoltre il vincitore del concorso sarà intervistato dalla radio media partner con il relativo passaggio del brano che gli sarà realizzato, avrà altresì accesso diretto alla finalissima del concorso “Notte di Note” che si svolgerà a giugno nel prestigioso teatro di Altomonte (CS) e alla finale del Premio Cuore in musica. Targa e realizzazione di un videoclip per il 2° classificato, trofeo invece al 3° classificato. Inoltre per due artisti che non risulteranno nella rosa dei vincitori ci sarà la partecipazione gratuita per un mese ai laboratori del “Villagemusicacademy” tenuti da discografici, giornalisti e produttori di fama nazionale, per la promozione e formazione dei talento, con inserimento nel panorama artistico nazionale, presentazione alle “GRANDI” case discografiche e cinematografiche, lezioni di canto, recitazione, movimento scenico, ballo da parte di docenti big, partecipazioni a talent televisivi e alle selezioni dell’area Sanremo, essendo partner ufficiale dello stesso festival, logicamente per gli allievi più talentuosi.

Come ospiti d’onore avremo una ragazza artisticamente strepitosa che si è fatta conoscere già al grande pubblico, la bella e professionale Sophia Barzotti, inoltre direttamente dalla trasmissione Prodigi di Flavio Insinna su Rai Uno, la talentuosa Carla Paradiso. Ci sarà anche il ballerino di danze urbane, Stefano Giangrande che lo ricordiamo per aver girato un videoclip con il cantautore MrHyde, e il videoclip de “o sarracino” con Gigi D’Alessio. Interverrà sempre in qualità di ospite, la vincitrice del concorso canoro “Una voce per Scafati”, Michela Baselice e il cantante showman Alfredo Lopes. Tra i giurati che interverrano, ricordiamo innanzitutto i rappresentati delle radio media partner, annoveriamo Italia Radio, Radio Amore, Radio Antenna Uno, Radio Stereo 5, Radio MPA, Radio BlueStar, Radio Divina Fm. Saranno proprio queste emittenti cheintervisteranno il vincitore del concorso dopo la realizzazione del brano inedito. Ricordiamo inoltre che sarannopresenti i giornalisti di diverse testate, a tal proposito ricordiamo altresì la giornalista Marica Lamberti del redazionale di Radio Bussola 24.

Avremo ancora sempre in qualità di giurati, le cantanti nonché vocal coach di fama nazionale: Johanna Pezone, Grazia Guerra ed Emilia Zamuner, i musicisti, nonché autori, compositori e cantanti di fama nazionale: Marcello Attanasio e Massimo Curzio, quest’ultimo titolare dello studio Big Stone per produzioni artisti emergenti Tra le autorità politiche che presenzieranno l’evento ricordiamo la dr.ssa Maria Rosaria Vitiello consigliere politico della Provincia di Salerno per le politiche culturali, educative e scolastiche, e la dr.ssa Carmela Serminoassessore alla giustizia sociale e sviluppo del territorio della terza muncipalitàdel Comune di Napoli e logicamente il primo cittadino del comune di San Valentino, dr. Michele Strianene. Ricordiamo che gli artisti che hanno superato le selezioni precedenti e che hanno avuto l’accesso alla finale del concorso sono stati i seguenti: Chirico Chiara, Cirigliano Gabriele, Cuore Anna, Della Pietra Rubina, Del Sorbo Elvira, De Rosa Antonio, Di MaioRoberta, Donnarumma Martina, Forino Giuseppe, Gambardella Angela, Matera Alessia, Orlando Vanessa, Palmieri Pina, Picerno Luisa, Salerno Caterina, Salerno Valentina, Sorrentino Emanuel, Vicini Marco, ViscardiVincenzo, Vitiello Annalisa.

Contrassegnato da tag , , , , ,
Annunci