Archivi categoria: Cultura

Il ritorno di Samuel Holkins con la cover “Wasted Years”degli Iron Maiden

Samuel Holkins (3)Samuel Holkins noto artista musicale, punta ad un altro successo e si impone nuovamente sulla scena musicale nazionale.
Lo fa con una cover, “Wasted Years”, brano degli Iron Maiden che  in rete ha già superato le 20mila più di visualizzazioni. Si tratta di una coinvolgente versione elettronica/reggae che punta anche su di un bel video ambientato a Gaeta, dove campeggiano splendidi panorami ed efficaci murales.
Samuel Holkins è un nome che nasce dalla fusione della pronuncia volutamente falsata di quello di un altro artista famoso tra gli anni ’50 e ’60: Screamin Jay Hawkins. Si ripresenta efficacemente al pubblico, forte di una versione capace di coinvolgere con immediatezza: sta infatti conquistando una platea eterogenea, registrando senza sforzo una più che soddisfacente audience.
Originario di Formia, Samuel è stato cresciuto in Svizzera, dai genitori, entrambi italiani, trasferitisi per motivi di lavoro.
Orientato da sempre sulla Musica – passione  di famiglia, ereditata soprattutto dal padre batterista – già in età precoce, si lancia a capofitto da subito nella sperimentazione sonora attraverso l’uso dei tanti strumenti presenti a casa.
A determinare presto una scelta precisa da parte del giovanissimo musicista, è l’opportuna possibilità di usufruire tra i vari strumenti di una magnifica Pearl rossa che inizia ben presto a suonare con sempre maggiore interesse e passione.
Negli anni ‘90, forieri del grunge e del rock frenetico, il suo percorso musicale lo  porta dall’approccio dalla strumentisti alla individuazione recisa della sua autentica passione preponderante: il canto. In breve tempo diventa la sua attività prioritaria completandone la formazione artistica, che andrà man mano perfezionando.
Velocemente si impone nel settore, sulla critica e sul pubblico.
Le prime esperienze concrete siglano l’evoluzione di “Samuel Holkins”, Proseguendo sulla strada di successi tracciata da “Falsa La Verità” e da “Il santo”, arriva velocemente alla produzione di due album. Il primo è “Falsa La Verità”. È lui stesso a registrarlo, a Maranola, in provincia di Latina, mentre a missarlo è Davide Perrucchini (Verdena – Ulan Bator) a Bergamo.
I consensi più significativi non si fanno attendere e sono numerosi. Di lui di interessano gli addetti ai lavori e i mass media; le radio, circa 200, lo inseriscono nella loro programmazione è così ne decretano il successo.
Arriva pure un’interessante proposta da parte dell’etichetta discografica Music Force di Chieti che gli offre un contratto discografico per portare  avanti il suo progetto.
Pure il secondo album, intitolato “Il Santo”,   giunge in breve al successo, grazie anche alla indovinata presentazione al pubblico:
appena prima della sua uscita, nel febbraio del 2016, viene infatti allegato  gratuitamente a 4mila copie del quotidiano “Il Sannio”: questo accelera la conoscenza e la diffusione in zona e determina dunque il secondo boom dell’artista. Il brano riscuote arriva a imporsi presto:  magneticamente coglie l’attenzione del pubblico, catturata già in partenza dal video, particolarmente
trash, di denuncia politica. Si tratta di un’opera “contro”, dall’ impatto preso che garantito, firmata dal regista Antonio Zannone.
Per Samuel Holkins si apre un nuovo capitolo, con gli inviti che cominciano arrivare a raffica,  per partecipare ad importanti festival.
Va in apertura per Max Gazzè, Enzo Avitabile Bud Spencer Blues Explosion e al primo maggio di Chieti è con headliner gli Apres La Classes: quell’anno più di 10mila presenze.
Samuel è costretto però ad interrompere il suo percorso musicale anche se soltanto per un breve periodo, per problemi di salute.
Questo non lo ferma più di tanto: motivato e determinato a conquistare il successo, sceglie di riprendere anche se gradatamente, l’ attività.
Appena possibile, torna alle esibizioni live ed inoltre intraprende collaborazioni riuscite e si esibisce anche in altre formazioni nel Sud Pontino, continuando la sperimentazione già da tempo intrapresa e raggiungendo nuovi traguardi nell’evoluzione artistica. Riesce a raggiungere così altri tipi differenti di sonorità, puntando su Reggae e Dance Hall, Ukulele ed Elettronica.
Viene attratto dalla musica in lingua francese, della quale è madre lingua: è questa la sua nuova svolta, che segna l’inizio del periodo francofono.

Raggiunge in particolare un interessante mix di sonorità che rende maggiormente appetibile la sua offerta professionale e parallelamente favoriscono pure maggiori chance lavorative che Holkins valuta e coglie l’opportunità con sensibilità: propone le sue nuove idee sonore a KMas, Cosmo Masiello, raccogliendo una risposta decisamente positiva e ne conquista pure la fiducia: tanto da prendere la decisione di produrre i nuovi brani proprio insieme a Samuel, con la nuova etichetta KMas Music.

Inizia così una nuova avventura.

Iron Maiden – Wasted Years (Samuel Holkins Cover)
https://www.youtube.com/watch?v=d0iF_PLNA9w

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

“Bella Storia-Social Music Festival”: l’evento cult della scena indie italiana-Conducono i The Jackal

Venerdì 10 e Sabato 11 Agosto andrà in scena al Poli Feristico di Venticano (AV) “Bella Storia-Social Music Festival”, l’evento cult della scena indie italiana
andrà in scena venerdì 10 e sabato 11 agosto al Polo Fieristico di Venticano di Avellino.

Una kermesse musicale innovativa che punta su artisti leader della scena nazionale ed internazionale: Skin, Ghemon, The André, Coma Cose, Nitro, Nu Guinea, Wrongonyou, Savastano, Willie Peyote, Frah Quintale, Moda Loda Broda, Quentin 40, Frenetik & Orange, Zulu e tanti altri.

A condurre Bella Storia-Social Music Festival saranno i THE JACKAL, star assolute del web e icone dell’intrattenimento digitale, che attraverso le loro immancabili performance ironiche e surreali coinvolgeranno il pubblico rendendolo uno dei protagonisti dell’evento.

Due saranno i palchi dedicati alla prima edizione di questo evento che può contare su un’area capace di ospitare fino a 5mila persone, impreziosita da un’area food and drink con tre postazioni bar, una pizzeria, stand enogastronomici di qualità, intervallati da una relax zone in cui rilassarsi e godere dell’aria pulita dell’Irpinia.

Attiva anche un’area gaming: spazio ludico dedicato agli appassionati di videogames.

La manifestazione musicale sfrutterà al meglio la suggestiva notte di San Lorenzo, venerdì 10 agosto, grazie ai telescopi di ASTRO – Atripalda che messi gratuitamente a disposizione guideranno gli amici del festival verso le stelle e l’immensità dell’universo.

Bella Storia si contraddistingue anche per essere un festival assolutamente “social” che mira ad aggregare un vastissimo pubblico.

L’ evento è stato ideato dall’associazione culturale Invasioni17, mentre la direzione artistica è stata affidata a Felice Caputo titolare del «Tilt – tattoo bar events», uno spazio socio-culturale di promozione musicale che si è imposto in Italia come punto di riferimento dei generi musicali che saranno proposti nella due giorni del festival: indie, trap e alternative rap.

«Un accostamento di parole tanto semplice quanto potente. Un modo gergale per sottolineare qualcosa di imperdibile, di piacevole, di riuscito in pieno. Ed è proprio da questo assunto che nasce Bella Storia Social Music Festival, un momento speciale e fuori dall’ordinario da offrire ad una terra che pullula di vitalità inespressa» spiega Felice Caputo.

30 ore di musica ininterrotta all’interno di un’area backstage di notevole ampiezza farà da collante tra i grandi artisti che calcheranno i due stage, motori di un evento musical che regalerà al suo pubblico belle storie fatte di concerti e momenti di sana aggregazione socio-culturale.

Il primo Social Music Festival Italiano

“Bella Storia” nasce da un accostamento di parole tanto semplice quanto potente ed immediato rimanda subito ad un momento o a un contesto piacevole da non perdere assolutamente.

Si tratta del primo vero Social Music Festival italiano e la sua forte connotazione social ha una duplice accezione.

Social, attraverso la sua comunicazione crossmediale, accattivante e coinvolgente e altrettanto social dal desiderio di creare un momento indimenticabile e di reale interazione, aggregazione e scambio fra persone che giungeranno da ogni parte del paese.

La line up che propone è frutto di una meticolosa ricerca, realizzata grazie allo studio delle ultime tendenze della musica pop.

Ricerca che ha spinto gli organizzatori verso una selezione accurata dei migliori artisti delle principali indie label discografiche italiane.

Un social festival musicale che prenderà corpo attraverso una vera e propria “festa” di 2 giorni che riunirà una grande comunità di appassionati di buona musica e smaniosi di condividere assieme ad amici e nuove conoscenze cultura, divertimento e tante belle storie.

A supporto dell’organizzazione si è unita l’esperienza dei founders del 35mm, fulcro della nightlife avellinese, dell’Ufficio K, agenzia che organizza e promuove eventi musicali da oltre 15 anni, del Dreamers Studio, società specializzata in event management consulting e dell’Irpinia street Mood, associazione impegnata nella valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche irpine in chiave street food a cui è stata affidata la gestione dell’area food & beverage.

BELLA STORIA «Social music festival» sarà patrocinato dal Comune di Venticano e avrà come main sponsor Chime e si avvarrà di sponsor tecnici come «Ceres» e «Red Bull», che impreziosiranno il festival con tanti gadget.

Insomma, sarà proprio una #BellaStoria!

La location

Un’intuizione figlia di una “lucida follia” ha partorito l’idea di dare vita a un festival nel cuore dell’Irpinia, capace di far emergere tutta la vitalità e la cultura di questi luoghi, rappresentando di anno in anno un momento di incontro irrinunciabile per tutto il Sud Italia e per l’intero Paese.

La location che accoglierà “Bella Storia” sarà Il Polo Fieristico di Venticano in provincia di Avellino.

La scelta della location, frutto di un accurata selezione, tiene conto della strategica posizione geografica della località, dotata di un’uscita autostradale dedicata, è posta al centro fra Campania, Molise, Puglia e Basilicata.

Uno spazio concepito e logisticamente adibito per ospitare manifestazioni di largo richiamo, scelta ideale per la migliore ricezione delle 5.000 presenze attese.

Info Utili

I biglietti per partecipare a «BELLA STORIA» sono in vendita sui circuiti Ticket One e Go Due.

Il costo del singolo ticket è di 20€ più diritti di prevendita.

Il prezzo dell’abbonamento per i due giorni del festival, invece, sarà di 33€ a cui andrà aggiunta la prevendita.

Dove: Ingresso al Polo fieristico di Venticano da via del Foro (AV)
Quando: Apertura porte a partire dalle ore 16

Contrassegnato da tag , , , , ,

Al via la finale di “Una voce per l’Agro”

Dopo il grande successo della semifinale del concorso canoro “Una voce per l’Agro” che si è svolta il 28 Febbraio 2018 scorso al teatro Arbostella di Salerno, tutto è ormai pronto per la sfida finale. Sarà proprio il comune di San Valentino Torio il cuore pulsante dell’agro nocerino-sarnese, ad ospitare il 10 giugno 2018 alle ore 19,30 in piazza Amendola,la fase finale dell’evento. Un ringraziamento particolare va all’amministrazione comunale nella persona del primo cittadino, dr. Michele Strianese e in quella dell’assessore allo spettacolo dr. Enzo Ferrante che hanno voluto fortemente che si svolgesse in questo magnifico comune che è appunto San Valentino Torio, il paese degli innamorati, piccolo ma pieno di fascino, immerso nella natura, tranquillo e vivace nello stesso tempo.

Alla finalissima del concorso si esibiranno tutti gli artisti che hanno superato le selezioni on line. La manifestazione sarà ripresa integralmente da Rtc Quarta Rete e sarà trasmessa in differita tv nei giorni successivi all’evento, ricordiamo altresì che in contemporanea ci sarà la diretta di radio MPA. Organizzatore nonché direttore artistico e presidente di giuria dell’evento, sarà il poeta, scrittore, vincitore di numerosi premi letterari a livello nazionale, Pietro Baratta. La manifestazione sarà condotta da Edda Cioffi, la scenografia sarà curata integralmente dal Centro Internazionale Danze di Boscoreale diretto da Elena Spiezia. Ricordiamo che alla semifinale del concorso sono stati assegnati il Premio Radio alla concorrente Luisa Picerno ed il Premio della Critica alla concorrente Rubina Della Pietra. Il vincitore del concorso canoro riceverà una borsa di studio di quattro lezioni messa a disposizione dallo studio di produzione Big Stone, per iniziare un progetto artistico che vedrà la realizzazione di un singolo per Sanremo giovani, inoltre il vincitore del concorso sarà intervistato dalla radio media partner con il relativo passaggio del brano che gli sarà realizzato, avrà altresì accesso diretto alla finalissima del concorso “Notte di Note” che si svolgerà a giugno nel prestigioso teatro di Altomonte (CS) e alla finale del Premio Cuore in musica. Targa e realizzazione di un videoclip per il 2° classificato, trofeo invece al 3° classificato. Inoltre per due artisti che non risulteranno nella rosa dei vincitori ci sarà la partecipazione gratuita per un mese ai laboratori del “Villagemusicacademy” tenuti da discografici, giornalisti e produttori di fama nazionale, per la promozione e formazione dei talento, con inserimento nel panorama artistico nazionale, presentazione alle “GRANDI” case discografiche e cinematografiche, lezioni di canto, recitazione, movimento scenico, ballo da parte di docenti big, partecipazioni a talent televisivi e alle selezioni dell’area Sanremo, essendo partner ufficiale dello stesso festival, logicamente per gli allievi più talentuosi.

Come ospiti d’onore avremo una ragazza artisticamente strepitosa che si è fatta conoscere già al grande pubblico, la bella e professionale Sophia Barzotti, inoltre direttamente dalla trasmissione Prodigi di Flavio Insinna su Rai Uno, la talentuosa Carla Paradiso. Ci sarà anche il ballerino di danze urbane, Stefano Giangrande che lo ricordiamo per aver girato un videoclip con il cantautore MrHyde, e il videoclip de “o sarracino” con Gigi D’Alessio. Interverrà sempre in qualità di ospite, la vincitrice del concorso canoro “Una voce per Scafati”, Michela Baselice e il cantante showman Alfredo Lopes. Tra i giurati che interverrano, ricordiamo innanzitutto i rappresentati delle radio media partner, annoveriamo Italia Radio, Radio Amore, Radio Antenna Uno, Radio Stereo 5, Radio MPA, Radio BlueStar, Radio Divina Fm. Saranno proprio queste emittenti cheintervisteranno il vincitore del concorso dopo la realizzazione del brano inedito. Ricordiamo inoltre che sarannopresenti i giornalisti di diverse testate, a tal proposito ricordiamo altresì la giornalista Marica Lamberti del redazionale di Radio Bussola 24.

Avremo ancora sempre in qualità di giurati, le cantanti nonché vocal coach di fama nazionale: Johanna Pezone, Grazia Guerra ed Emilia Zamuner, i musicisti, nonché autori, compositori e cantanti di fama nazionale: Marcello Attanasio e Massimo Curzio, quest’ultimo titolare dello studio Big Stone per produzioni artisti emergenti Tra le autorità politiche che presenzieranno l’evento ricordiamo la dr.ssa Maria Rosaria Vitiello consigliere politico della Provincia di Salerno per le politiche culturali, educative e scolastiche, e la dr.ssa Carmela Serminoassessore alla giustizia sociale e sviluppo del territorio della terza muncipalitàdel Comune di Napoli e logicamente il primo cittadino del comune di San Valentino, dr. Michele Strianene. Ricordiamo che gli artisti che hanno superato le selezioni precedenti e che hanno avuto l’accesso alla finale del concorso sono stati i seguenti: Chirico Chiara, Cirigliano Gabriele, Cuore Anna, Della Pietra Rubina, Del Sorbo Elvira, De Rosa Antonio, Di MaioRoberta, Donnarumma Martina, Forino Giuseppe, Gambardella Angela, Matera Alessia, Orlando Vanessa, Palmieri Pina, Picerno Luisa, Salerno Caterina, Salerno Valentina, Sorrentino Emanuel, Vicini Marco, ViscardiVincenzo, Vitiello Annalisa.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Premio “CAPATOSTA”2018 ecco i vincitori

premio capatosta il corriere news.JPG

Serata di gala nell’ambito del NAPOLI MODA DESIGN , manifestazione organizzata dal noto architetto napoletano Maurizio Martiniello, per la cerimonia di conferimento dei premi Capatosta, che sono stati assegnati a personalità del mondo imprenditoriale; dello sport e dello spettacolo che si sono contraddistinte per impegno, creatività e tenacia.
L’evento ha avuto luogo, domenica, all’interno dell’ex Università di Economia e Commercio, ora Centro Congressi dell’ Università Federico II a via Partenope 36. L’iniziativa “Capatosta” è stata organizzata dal primo wedding mentor d’Italia, l’architetto e scenografo Andrea Riccio.

A ricevere l’ambito riconoscimento sono state le seguenti autorità: Il Presidente giovani industriali Napoli Vittorio Ciotola; il fondatore della Tunnel Produzioni e proprietario del Teatro Cilea Nando Mormone ; l’imprenditrice Valeria Della Rocca di Solaria Service e organizzatrice del Galà del Cinema e della Fiction in Campania; lo stilista Gianni Molaro; la cantante Monica Sarnelli; l’architetto Maurizio Martiniello patron del Napoli Moda Design; la vice campionessa mondiale di Judo Palma Amalia; la wedding planner Eva Presutti; la stilista Valentina D’alessandro; la wedding planner Ester Chianelli; l’imprenditrice Angela Lombardi; l’ imprenditrice Erica De Simone e la wedding planner Emilia Gais.

Contrassegnato da tag , , ,

Partono i Casting per V#ashtag: Il nuovo varietà comico di GT Channel

CASTING GT CHANNEL

Un doppio appuntamento all’insegna dei provini: Venerdì 11 Maggio dalle ore 10.30 alle 13.30 e Sabato 12 Maggio dalle ore 10.30 alle 16.30, presso gli Studi televisivi di GT Channel, siti in Via Carlo De Marco 24 M, Napoli, si terranno i casting volti alla ricerca di nuovi talenti del mondo dello spettacolo comico e dell’intrattenimento, da inserire nel nuovo nuovo esilarante format televisivo, “V#ashtag”.

Nato da un’idea di Antonio Florio, regia di Mario Albano, scritto da Michele Caputo, attore ed autore comico partenopeo e Ciro Villano, regista, attore e sceneggiatore napoletano, il programma d’intrattenimento, sarà trasmesso sui canali del digitale terrestre GT Channel, Televomero e Canale Italia. Un varietà realizzato e girato  interamente a Napoli, ambientato in un classico “basso napoletano” in cui si susseguiranno una serie di episodi comici, in cui i protagonisti Ciro Villano e Michele Caputo, due napoletani disoccupati saranno alle prese con una serie di missioni segrete per riportare in auge,  la supremazia della città di Napoli su Milano, conquistare quindi e sottomettere la città di Milano per il popolo napoletano. Il basso, altamente tecnologico e militarizzato, rappresenterà il covo di una  “setta segreta” di napoletani che tenteranno la conquista del Nord Italia.

Immancabile la presenza femminile, affidata alla showgirl e attrice Emanuela Tittocchia, che interpreterà il ruolo di una ragazza piemontese solo all’anagrafe ma terrona dentro, che li aiuterà in questa ardua impresa.

Nei diversi episodi si alterneranno diversi personaggi regionali e nazionali, del mondo dello spettacolo, della musica e della cultura.

Un varietà pensato e strutturato per l’intrattenimento delle più ampie fasce di età del pubblico, un genere di spettacolo leggero, di ascendenza teatrale, misto di prosa, musica e scenette umoristiche ispirate all’attualità genuina e ai tradizionali clichè patriottici-sentimentali, uniti da un tenue filo conduttore e dalla presenza di personaggi fissi.

La coppia comica Caputo-Villano porterà in scena una comicità sanguigna, espressiva e irriverente. Entrambi interpretano il ruolo dei ragazzacci, dei provocatori, di coloro che vogliono riscattarsi e lo faranno con grande coinvolgimento e ilarità, utilizzando la parodia impertinente, la satira dei programmi e delle personalità, della battuta spesso a doppio senso, delle allusioni non troppo velate a uomini politici, fino ad assumere un umorismo trascinante e polemico che ha in sé la forza della spontaneità: tutti questi ingredienti saranno la garanzia di uno straordinario ed esilarante varietà.

 

Credits:

 

Da un’idea di Antonio Florio

 

Autori : Michele Caputo – Ciro Villano

 

Regia : Mario Albano

 

Direttore di Produzione : Antonio Florio

 

Montaggio :  Antonio Anatrella

 

Scenografia : “Davide & Delehaye   Scenic Art”

 

Fotografo di scena  :  Luca Petric

 

Appuntamento: – Venerdì 11 Maggio dalle ore 10.30 alle 13.30 e Sabato 12 Maggio dalle ore 10.30 alle 16.30, presso gli Studi televisivi di Gt Channel, siti in Via Carlo De Marco 24 M, Napoli. – Per l’Iscrizione da effettuarsi tramite Whatsapp, contattare il numero della Produzione 3275331361

 

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Presentazione del libro “L’ANIMA E IL CASTIGO” di Michele Caccamo, Castelvecchi

Giovedì 3 maggio, alle ore 18:30, presso l’Aula Agostini dell’INMP, in via di San Gallicano 25/a, Roma, sarà presentato il nuovo libro di Michele Caccamo dal titolo “L’anima e il castigo”, edito da Castelvecchi.

Presenzierà il Card. Francesco Coccopalmerio, con interventi di Fabrizio Centofanti, Simona Marchini e Neri Marcorè.

L’anima e il castigo è un romanzo liberamente ispirato alla vita di Hermann der Lahme, monaco dell’anno mille. Un uomo, di Dio soprattutto, che non si fece mai soggiogare dal dolore o dal maligno. Un uomo straordinario di raffinata sensibilità. Così evoluto nel pensiero e così straordinariamente malformato fisicamente; Ermanno il contratto era quanto di più lontano vi fosse dall’ispirazione perfettiva del divino. Michele Caccamo si lascia guidare dalle vicende di Ermanno e dà prova della sua arte scrittoria. Non resta fedele alla vicenda nota e documentata ma romanza gli accadimenti con un unico scopo: quello di scrivere un testo sull’evoluzione dell’anima.

L’anima e il castigo vuole anche richiamare la dimenticanza nel Canone 1029 del Codice di Diritto canonico che richiede vengano promossi agli ordini soltanto coloro che sono dotati delle qualità fisiche congruenti con l’ordine che deve essere ricevuto. Vuole ripartire dalla genesi della fede, ancora inesplorata, di due principali coprotagonisti Rufino e Gemma che attraverso il silenzio e la compostezza di Ermanno, come risposta ai soprusi e al dolore subito, si pongono domande esistenziali, su temi che ancora oggi lasciano interrogativi e incompiute verità: la sofferenza, la violenza, l’amore, la morte.

L’anima e il castigo è un viaggio animico che porta il lettore all’introspezione e alla necessità della preghiera, che lo spinge a rivedere le diffuse convinzioni sulla precarietà delle nostre esistenze e gli stende, piuttosto, un futuro infinito, quanto un rifugio perfetto per lo spirito. L’autore con questo testo rafforza la sua potente prosa poetica: ricca di immagini di sovrannaturale bellezza e di rara, rarissima, sensibilità artistica, umana.

BIOGRAFIA

Michele Caccamo (Taurianova, 21 dicembre 1959) è editore, poeta e scrittore italiano.

Tra le varie rappresentazioni teatrali Il segno clinico di Alda, uno spettacolo teatrale tratto dal libro Dalla sua bocca – riscritture da undici appunti inediti di Alda Merini con la partecipazione di Maria Grazia Calandrone, Edoardo De Angelis e Luisella Pescatori e con la regia di Martino Palmisano.

Per il magazine «Fare Music» cura la rubrica Parole e poesia di Caccamo. Per il magazine ceco «Cafè Boheme», la rubrica Musicafè – Suoni del mondo.

È il direttore della collana Emersioni della casa editrice Castelvecchi ed è fondatore ed editore della casa editrice Il seme bianco.

È il padre di Gabriele e dell’attore Cristiano Caccamo.

Le sue opere sono state pubblicate e tradotte in Egitto, Yemen, Indonesia, Siria, Palestina, Sud Asia, Russia, Cile, Argentina, Messico, Spagna, Francia, Stati Uniti. È riconosciuto dal mondo della cultura araba come “Poeta della fratellanza”.

Contrassegnato da tag , , , ,

Gran finale per la serata “Markett” sabato 21 Aprile al Be your club di Sant’Antimo

Markett, il format saluterà il suo pubblico sabato 21 aprile dalle ore 23:30 dopo una sessione ricca di successi al Be Your Club di S. Antimo. Durante tutta la stagione invernale 2018 ha appassionato i clubbers di tutta Napoli e provincia.
“Un’idea nata dall’esigenza di creare uno nuovo format- spiega il direttore artistico Giovanni Setola – capace di attirare e divertire in modo innovativo e puntando sempre sulle emozioni.”
Markett: Cos’è?
Markett è un format, Uno show, Un party, Markett: è tutto questo,

e molto di più. Il Naming del format è stato concepito dalla fusion ironica che utilizza in primis la parola “market” e la parola “marchetta”. Un luogo che esprime un concetto molto più ampio del superficiale “acquistare prodotti”.

Il market è un posto dove si ci si può fare conoscenza, dove ci si ritrova quando si deve organizzare una cena tra amici, o con una ragazza.
Le “vetrine” sono infatti l’essenza di questo format: compra quello che vuoi, conosci chi vuoi e divertiti con chi vuoi, perché sei anche tu parte integrande del format!
E, soprattutto, diventane assoluto protagonista!
Questa è la vera missione di Markett: vendersi in modo creativo e del tutto coinvolgente!

Markett: Fuori tutto!…la serata finale.
“Vi abbiamo divertito, emozionato e regalato momenti carichi di ricordi.
Che sia stato per un film, per una canzone, per un personaggio o per un’interpretazione, la magia delle vetrine Markett ha colpito ognuno di noi..
È per questo, che Sabato vogliamo salutarvi e ringraziarvi per questa prima emozionante e spettacolare stagione.”
Questa le parole degli organizzatori che promettono al proprio pubblico un party finale davvero unico!
Hai voglia di metterti in gioco e diventare un nuovo prodotto “Markett”?
Entra in vetrina!
E diventa protagonista per una notte nelle nostre vetrine!
E se ballare non ti basta, dalle 4.00 in poi parte: The voice Markett!
Una fase della serata in cui i microfoni passano letteralmente per la platea per cantare tutti insieme fino alla fine!

Contrassegnato da tag , , , , ,

Romeo Santos in concerto il 6 Maggio all’Arenile di Bagnoli

Grandissima attesa per il concerto di Romeo Santos, il “Re della Bachata”, ex leader degli “Aventura, sarà a Napoli Domenica 6 Maggio all’Arenile di Bagnoli (ore 20) per un live che farà sognare i suoi fan e gli amanti del genere.

Dopo i sold out fatti registrare negli Usa, il tour di Romeo Santos (uno degli artisti più seguiti al mondo con i suoi 35 milioni di like sulla sua pagina Facebook) fa tappa all’ombra del Vesuvio grazie ai gruppi Advent, Flava e Lurova che stanno organizzando l’evento nei minimi dettagli.

Il concerto sarà aperto da Daniel “Decibel” Bellini speaker ufficiale della SSC Napoli e vedrà, inoltre, l’esibizione di alcuni rapper e cantanti campani tra cui Vincenzo Bles.

L’organizzazione ha, inoltre, voluto dare spazio ad una Associazione Onlus che si occupa di raccogliere fondi e medicinali per i bambini del Venezuela, e che sarà presente all’evento con uno stand organizzato per l’occasione.

I biglietti del concerto, che stanno già andando a ruba, possono essere acquistati sui circuiti ticket one e go 2.

Media Partner dell’evento il gruppo Kiss Kiss e Contatto Television Italia.

Contrassegnato da tag , , , ,

Blu Aperi: A S.Abate il gioco aperitivo volto alla sensibilizzazione dell’Autismo

Domenica mattina, dalle 10:30, nella Villa Comunale di Sant’Antonio Abate, si terrá l’evento “Blu-Aperi”, grazie all’impegno del Consigliere Comunale Dott. Emilio D’Auria (delega alla Comunicazione) e all’Assessore Dott.ssa Anna Iolanda D’Antuono (delega alle Politiche Sociali).
Il disturbo dello spettro autistico è probabilmente una delle patologie neuropsichiatriche dell’età evolutiva con la più alta incidenza in aumento in Italia e nello specifico nella Regione Campania; Il disturbo dello spettro autistico è una patologia caratterizzata maggiormente da un disturbo della relazione e della comunicazione da parte dei bambini che ne sono affetti.
Visto che il miglior modo per imparare è sperimentare direttamente, Il Comune, in collaborazione con l’associazione “TAM”, propone un laboratorio ludico esperienziale, all’interno del quale i partecipanti potranno sperimentare, seppure in maniera parziale e ridotta, le difficoltà comunicative che un bambino affetto da disturbo dello spettro autistico vive quotidianamente. Verrà quindi chiesto ai partecipanti di prendere parte ad un “gioco aperitivo” dove gli stessi potranno “chiedere” all’esercente qualsiasi aperitivo vogliano consumare, senza però poter né indicare, né utilizzare la parola, in quanto preventivamente dei volontari, utilizzando delle apposite bende e mascherine monouso, li avranno opportunamente legati ed imbavagliati. Tutta la cittadinanza e’ invitata a partecipare.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Miti e leggende di Napoli: gli alunni dell’Istituto Alberghiero “Rossini” in visita all’Archivio Storico

Una rappresentanza degli alunni dell’Istituto “Gioacchino Rossini” di Napoli nei giorni scorsi ha fatto visita all’Archivio Storico, premium bar e ristorante ubicato a via Scarlatti. La tappa fa parte del progetto” Napoli e i Campi flegrei tra miti, misteri e leggende” che prevede la realizzazione di una brochure e di filmati a carattere informativo e descrittivo sulle leggende popolari e gastronomiche della città di Napoli e dell’area dei Campi Flegrei, e la presentazione di una ricetta tradotta nelle diverse lingue studiate. L’obiettivo del progetto consiste nel favorire il sentimento di appartenenza alla cultura del proprio territorio e nello sviluppo della coscienza dell’identità, innalzando, nel contempo, le competenze linguistiche e comunicative. Così gli alunni in questi mesi stanno apprendendo diversi miti, misteri e leggende del territorio di Napoli e dei Campi Flegrei, sia attraverso la lettura di testi appositamente selezionati, sia attraverso uscite didattiche: tra queste quella all’Archivio Storico, ove il patron del locale, Luca Iannuzzi, ha illustrato loro la Napoli del Settecento (quando governavano i Borbone), quella dell’Ottocento (quando Napoli faceva parte del Regno d’Italia governato dai Savoia) e la cucina caratteristica di questi due secoli. Perché non si può capire la cucina contemporanea se non se ne conoscono le tradizioni.

Il locale di via Scarlatti si conferma dunque come nuovo luogo di incontro, unico nel suo genere per stile e cura dei particolari. Il Trionfo di Don Carlo di Borbone nella battaglia di Gaeta contro gli Austriaci compare in un quadro di 3 metri di altezza, porta scorrevole che conduce in uno straordinario caveau, dove le cinque sale principali sono dedicate ai cinque re (e alle rispettive regine) che hanno reso fulgido il Regno delle Due Sicilie: Carlo, Ferdinando I, Francesco I, Ferdinando II e Francesco II. Fanno poi capolino le immagini dell’ultimo pretendente al trono delle Due Sicilie, l’erede legittimo, Sua Altezza Reale il Principe Carlo di Borbone, Duca di Castro e Gran Maestro di tutti gli Ordini Dinastici. Nelle cucine del ristorante vengono preparati piatti raffinati recuperati dai ricettari dell’epoca dei Borbone – scritti dai Monzù (così un tempo venivano definiti i grandi cuochi che arrivavano a Napoli da Parigi per rendere gourmet la cucina popolare) – e che oggi vengono reinterpretati da Luca Iannuzzi, coadiuvato da uno staff d’eccezione.

Contrassegnato da tag , , , ,
Annunci