Notizie dal mondo: Pane con lievito “vaginale”

  

 

La blogger femminista Zoe Stavri, autrice  di  Another Angry Woman (cioè, “un’altra donna molto arrabbiata”) si è data alla cucina, anzi, alla panificazione. Nella sua ricetta propone un pane fatto in casa, realizzato con “lievito proveniente dalla sua vagina”.

Per capirci meglio – la donna ha ideato un modo insolito per produrre il pane a lievitazione naturale. Dopo essere stata affetta da un’infezione vaginale da lievito, ha pensato bene di poter riciclare i suoi fluidi corporei. Con l’aiuto di un sex toys,  li ha estrapolati, fatti fermentare e poi li ha aggiunti alla farina e all’acqua. Ha poi documentato il suo esperimento sui social. Secondo Zoe le donne possono utilizzare anche le secrezioni vaginali dovute alle infezioni batteriche per produrre degli alimenti.Tantissime  le reazioni di disgusto, c’è chi ha commentato di aver perso addirittura la voglia di mangiare – pane.

Ovviamente, ha documentato con delle fotografie tutte le fasi del procedimento, che ha pubblicato sul suo blog.

La notizia è apparsa anche su Daily Mail e ha destato non poco scalpore, soprattutto su Twitter dove l’ hanno accusata di non essere una femminista, bensì una malata di mente.

A voi l’ardua sentenza.

  
    
                

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: