Archivi categoria: FOOD NEWS

Iberico, la Tradizione culinaria della Spagna declinata alla partenopea

Iberico nasce da un’idea di Stefano Scarpa e Giorgio Maddaluno, concepito per portare a Napoli, città storicamente e culturalmente vicina alla Spagna, la vera cucina delle regioni iberiche usando la maestrìa e l’arte della cucina partenopea.

La “taberna española” inaugurerà i locali di Traversa privata Sanseverino, 10, a Napoli (quartiere Vomero-Arenella) giovedì 14 dicembre dalle ore 20.00.

Un ristorante che punta sicuramente sui classici della cucina spagnola come la paella ma dove non mancheranno neppure prodotti più originali e locali come il Jamon Iberico, i formaggi, vini e birre, tutto rigorosamente made in Spain.

I giovani imprenditori Scarpa e Maddaluno, hanno scelto Napoli e il quartiere Vomero per investire, in un’attività che porterà sviluppo, lavoro e diversificherà l’offerta food in città.

Proprio lo chef Maddaluno, per anni, ha prestato servizio presso uno dei ristoranti spagnoli più noti della Campania e non vede l’ora di mettersi nuovamente in gioco, questa volta in prima persona.

“Dobbiamo provarci ora che ne abbiamo la forza e i requisiti, – afferma il primo chef di Iberico, Giorgio Maddaluno da parte mia metterò in campo la decennale esperienza in questa tipologia di cucina e la grande passione per la Spagna che accomuna me e Stefano in questa esperienza.”

La cucina come possibilità

Passione per la Spagna ma anche profondo impegno civico. Iberico vuole promuovere un concetto di cucina che va oltre la cultura culinaria e si espande come discorso sociale.

Volevamo andare oltre la classica domanda che fanno a tutti i giovani imprenditori che investono in un momento economico così delicato ‘Ma chi ve l’ha fatto fare?”precisa StefanoAbbiamo il dovere morale di provarci, per dare una possibilità a noi stessi e creare le condizioni economiche e sociali per risollevarci”.

La Spagna unita

Il ristorante mira ad unire le varie specialità della cucina spagnola offrendo prodotti tipici Castigliani, Valenciani, Baschi, Catalani, Andalusi e non solo. Il menù sarà interprete di un modo di intendere la cucina come strumento di unione tra culture diverse che a tavola trovano la giusta fusione.

Napoli, crogiolo di esperienze diverse e incredibili, è la location ideale per questo progetto ambizioso e assolutamente originale.

L’inaugurazione

Giovedì 14 dicembre, dalle ore 20.00, si partirà con questa nuova avventura. A impreziosire la serata inaugurale ci saranno ballerini di Flamenco e dj set.

Il prosieguo sarà condito da assaggi dei prodotti tipici spagnoli oltre che da mono porzioni dei piatti che caratterizzeranno il menù a partire dall’indomani stesso.

Quando: giovedì 14 dicembre dalle ore 20.00.

Dove: Traversa privata Sanseverino, 10, Vomero-Arenella (Na)

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Dolci Natalizi: Arriva la Sfogliacampanella al gusto “Panettone”

thumbnail_sfogliacampanella al panettone aperta

 

Un matrimonio atipico, tra due dolci della tradizione: il panettone, vanto della pasticceria lombarda e la sfogliatella, più precisamente la Sfogliacampanella (il dolce due in uno – una sfogliatella con il cuore di babà – creato da Vincenzo Ferrieri, patron di SfogliateLab, storico marchio della pasticceria partenopea). Una ghiotta occasione per appagare l’irrefrenabile “voglia di dolce” che contagia un po’ tutti durante le feste di Natale.

Il primo prototipo di Sfogliacampanella al gusto panettone risale a più di un anno fa – spiega  Vincenzo Ferrieri – ; abbiamo poi perfezionato il prodotto, puntando sull’utilizzo di ingredienti di primissima qualità e di tecniche che ci hanno consentito di creare un dolce ove la croccantezza della sfogliata, la morbidezza del babà e i profumi del panettone si coniugano perfettamente”.

thumbnail_sfogliacampanella al panettone 2

La Sfogliacampanella al panettone sarà ufficialmente presentata proprio nel capoluogo lombardo in occasione dell’evento “L’Artigiano in fiera”, la manifestazione che raccoglie artigiani da tutto il mondo che si svolgerà dal 2 al 10 dicembre 2017 presso Fieramilano Rho.
Oltre alla Sfogliacampanella al panettone, presso lo spazio espositivo di “Sfogliatelab” (ubicato nel padiglione 1, stand D17 – D19) saranno degustabili anche le altre varianti di questo famoso dolce (disponibile in ulteriori 11 gusti: frutti di bosco, mandorla, bacio, ricotta e pere,  limoncello, pistacchio, albicocca, arancia, nocciola, oreo e, ovviamente, quella classica), le sfogliatelle dolci classiche, quelle più originali (più di 20 i gusti disponibili, tra cui – ovviamente – panettone, frutti di bosco, nocciola, giusto per citarne alcuni…), e le sfogliatelle salate (disponibili in 8 varianti: provola e melanzane, provola e peperoni, provola e zucchine, ricotta e salame, salsicce e friarielli, scarola e provola, soffritto, funghi porcini).

La Sfogliacampanella

Non è una sfogliatella, non è un babà, né tanto meno un dolce alla ricotta. Una ricetta rimasta per quasi un secolo nella memoria di una storica famiglia di pasticceri partenopei, i Ferrieri, torna a vivere. La sintesi della tradizione pasticcera del capoluogo campano si chiama “Sfogliacampanella”, un dolce che non finisce mai di stupire con i suoi tre strati di gusto: presenta all’esterno la sfogliata a pasta riccia e dentro, avvolto in un cuore di cioccolato e in una raffinata mousse a base di ricotta, il babà in versione mignon. Sembra facile ma non lo è. Il segreto è nella crema di ricotta miscelata. Un dolce che invita chi lo assaggia a prendersi del tempo, obbliga i golosi a concedersi diversi momenti di piacere assaporando la tradizione che lo accompagna e – magari – cercando di indovinare la sua antica e preziosa ricetta.
Se oggi questo dolce speciale, con oltre 100 anni di storia alle spalle, è tornato finalmente in commercio lo si deve solo a Vincenzo Ferrieri, titolare del marchio SfogliateLab, esponente di una famiglia di maestri pasticcieri.

Contrassegnato da tag , , , ,

 LELLA GALLIFUOCO “SPAGHETTO D’ORO” ALLA COPPA MEDITERRANEA 2017

Lella Gallifuoco , punta di diamante di “Da Pasqualino”, storica pizzeria e ristorante brillantemente operativa dal 1928 al Borgo Loreto, nel cuore di Napoli antica, è stata consacrata “Spaghetto d’oro” nel corso della edizione 2017 della “Coppa Mediterranea Pizza di qualità”, svoltasi per due giorni di recente a Vico Equense, sulla Penisola Sorrentina . 


La manifestazione promossa da Michele Cuomo, vicano, Presidente dell’Associazione Pizza a Vico ed Alfredo Folliero, napoletano, Presidente dell’Unione Pizzaioli Tradizionali e Ristoratori che da anni promuove la passione per la cucina mediterranea in Italia e nel mondo, espletando anche dei validi corsi di formazione professionale per maestri pizzaioli, ha visto sfidarsi a suon di forni e fornelli per due giorni, operatori del settore provenienti da tutta Italia, al fine di conquistare la Coppa Europea della Pizza di Qualità. La competizione si è articolata in più batterie di gara: la Margherita doc , il Calzone Doc, Pizza Dessert e la Pizza Innovativa, accanto ai Sapori del Sud, Pizza al metro, in pala, Spaghetto d’Oro ed ha visto in scena anche momenti esilaranti di show-cooking da parte degli ospiti dell’evento, show di pizza acrobatica e master su farine e materie prime di qualità con l’obiettivo di trasmettere al pubblico ed ai media il messaggio dell’importanza della qualità del prodotto da proporre al consumatore. Già istruttrice UPT&R , campionessa mondiale di pizza fritta e vincitrice di molti altri prestigiosi riconoscimenti, Lella Gallifuoco, “figlia d’arte”, attivissima esponente con il papà Giovanni, le sorelle Linda, Rosa Angela, la mamma Annamaria Mazzotta e la zia Giovanna Mazzotta della rinomata azienda Da Pasquailno, unica sede al Borgo Loreto, si è aggiudiacato il primo posto nella categoria “Spaghetti d’oro”, confezionando in quella sede un gustosissimo primo piatto dal sapore ed il profumo tipici del golfo partenopeo a base di cozze gamberetti e calamari con pomodorini del piennolo del Vesuvio e prezzemolo fresco.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Il Mito di Diego Armando Maradona celebrato al Clubino con una cena argentina


Nel film evento “Maradonapoli” nelle sale cinematografiche italiane fino al 10 Maggio, in occasione del trentennale del primo scudetto del Napoli, Maradona viene raccontato per la prima volta esclusivamente dalla sua città adottiva. Non ci sono le sue prodezze indimenticabili, che restano in modo molto suggestivo meramente evocate, ma ci sono le emozioni della gente comune, quelli dei vicoli e delle bancarelle.

Voci che raccontano la nascita e la crescita del mito di Diego Armando Maradona e spiegano quello che ha rappresentato per la città di Napoli. Soprattutto una grande occasione di riscatto sociale. La possibilità per Napoli tutta, non solo come squadra di calcio, di primeggiare per la prima volta sulle squadre e quindi sulle città del Nord che rappresentavo il grande potere economico del Paese e l’espressione del razzismo leghista nascente.

Al Clubino gli sceneggiatori del film (Andrea Di Bonito, Jvan Sica e Roberto Volpe) e molti dei protagonisti del film (dal fotografo Sergio Siano al giornalista Giuseppe Libertino, dal medico Dino Alinei, vicepresidente dell’associazione “Momenti Azzurri” alll’ingegnere Bruno Siciliano, professore ordinario di Robotica all’Università degli Studi di Napoli Federico II) racconteranno con contributi di video e fotografie anche inedite le emozioni di questi primi 33 anni di mitologia: dal 30 giugno 1984 il giorno del grande annuncio al 10 maggio 2017 il giorno del trentennale del primo scudetto

La serata sarà arricchita da un angolo del gusto speciale ideato da Amico Bio Napoli – Sorriso Integrale, il primo ristorante biologico nato nel cuore del centro storico di Napoli a Piazza Bellini, che sarà dedicato alla cucina argentina.

Info e prenotazioni (contributo cena 10 euro)

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Dall’unione delle principali attività ristorative di Napoli nasce l’evento “Urban District”


Lunedì 17 Aprile, nel giorno di Pasquetta, dalle 12 alle 24 presso il “Club Partenopeo” di Coroglio, si terrà l’evento “Urban District” Dall’unione delle principali attività ristorative della città di Napoli nasce l’evento un format originale, un progetto tutto da scoprire e da vivere che punta a realizzare l’idea del fare rete fra le attività produttive del nostro territorio.

Un evento all’insegna del divertimento, dell’enogastronomia di qualità, del gusto e della buona musica. “Urban District” vedrà la partecipazione di Terrazza Calabritto che organizzerà un pranzo di gala su un esclusivo garden realizzato per l’occasione per 300 persone (su prenotazione). Ci sarà, inoltre, una originale area street food con delle fantastiche roulette di Muu Mozzarella Lounge, Lelena burger, Sand Sandwich & More, Giappo Sushi. Grande spazio al beverage con la degustazione di birre curata dal gruppo Leffe e gli aperitivi di qualità realizzati da Barrill, Bisi e Cantine Sociali.

“Urban District” riunisce, fra l’altro, sei amatissimi Dj Napoletani come Marco Piccolo, Enzo Capocelli, Piero Barenghi, Fabrizio Tortora, Giò Nardi, Raro & Maurizio Marengo

Non poteva mancare una Guest di assoluto livello, direttamente dall’Hotel Costes di Parigi è attesissima l’esibizione di Stèphane Pompougnac.

Anche i più piccoli potranno partecipare a “Urban District” grazie a una spaciale area bambini organizzata per l’occasione. 

Partner dell’evento Caffè Amoy, Feudi di San Gregorio, Eccellenze Campane, Michele Franzese boutique.

Contrassegnato da tag , , ,

Prelibatezze Enogastromiche a Divin Castagne: Ecco il Menù

Dal 28 al 31 ottobre il centro di S. Antonio Abate sarà trasformato in un grande ristorante all’aperto in occasione del “Divin Castagne”, evento che da sei anni contribuisce a valorizzare la Campania, attraverso un percorso che vede protagonisti i prodotti nostrani (ad es. il fagiolo Mustacciello, la patata Ricciona, il pomodoro San Marzano, il carciofo violetto, i funghi chiodini e porcini) e le tradizioni regionali (con particolare attenzione alla musica). La kermesse è organizzata dall’associazione “Napoli è”, patrocinata dal Comune di S. Antonio Abate, e realizzata grazie alla collaborazione con Slow Food. 


Il menù

Per la sesta edizione, l’organizzazione ha ampliato la propria offerta enogastronomica: il menù comprenderà ben 4 primi, 4 secondi, 6 dolci e 6 postazioni di vino e caldarroste. Inoltre, un’interessante novità riguarderà la possibilità di degustare panini gourmet. Anche la Corte dei Vini avrà un più ampio spazio dedicato: cuochi e sommelier faranno da guida in un’esperienza degustativa unica, che porterà i presenti alla scoperta di una grande varietà di vini, accompagnati da particolari finger food. L’idea è quella di convogliare in un’unica location i buonissimi piatti provenienti da ogni parte della Campania e avere a portata di forchetta, o mano che dir si voglia, la qualità e la varietà dello street food incontrato e assaporato per le vie di Napoli. Gli stand saranno aperti dalle ore 19:30 fino a tarda serata.

Percorso di degustazione del vino “La Corte dei Vini” 

Piazza don Mosè Mascolo sarà trasformata in un’enoteca a cielo aperto comprendente una selezione di 30 aziende vinicole che proporranno le proprie eccellenze con l’ausilio di sommelier qualificati, che avranno il compito di esplicare agli avventori le proprietà organolettiche e le qualità gustative di ogni singolo vino. Parallelamente saranno svolti show cooking che permetteranno agli avventori di assaggiare prelibati finger food sorseggiando ottimo vino.

Percorso enogastronomico “La via del Gusto” 


Via Scafati sarà per quattro giorni trasformata in una “Via del Gusto” comprendente 5 aree cucina, dove cuochi professionisti prepareranno 4 primi piatti , 4 secondi piatti e diverse tipologie di panino gourmet. Saranno presenti anche 6 postazioni pasticceria, 6 postazioni vino e 6 di caldarroste.

Farà da cornice all’evento, un programma di intrattenimento ricco e differenziato: musica da strada, con numerose esibizioni in contemporanea che abbracceranno tutti i generi, con gli artisti chiamati per l’occasione ad abbandonare i canonici grandi palchi e scendere per strada. Il 28 ottobre si esibiranno i “FOJA”. Il 29 ottobre si svolgerà il live concert dei “Medina Group”. La serata del 30 ottobre si aprirà con la “Paranza Divin Castagne” (creata appositamente per l’evento Divin Castagne 2016) formata da Gerardo Amarante, Salvatore Di Vivo, Simone Carotenuto, Domenico Falciano, Biagino De Prisco. Il 31 ottobre sarà protagonista radio Kiss Kiss Napoli con lo spettacolo live dei “Tappi”.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Napoli: Apre il nuovo Flagship store Strega nel cuore del centro storico

Giovedì 13 ottobre alle 19,00 Strega Alberti, la storica azienda dolciaria di Benevento, inaugura il suo flagship store a Spaccanapoli, al civico 4 di Via Benedetto Croce: nato per proporre tutte le specialità con le quali, da sei generazioni, la famiglia Alberti conquista i palati di tutto il mondo.

Nel cuore vibrante del centro storico di Napoli, di fronte al monastero di Santa Chiara, il nuovo negozio monomarca Strega è stato pensato come luogo di ritrovo per cultori del buon gusto e per tutti coloro che desiderano scoprire il mondo Strega. 


L’allestimento si articola su due piani in una sorta di percorso sensoriale tra dolci e liquori: sugli scaffali realizzati con rovere delle antiche botti di Benevento, ecco le bottiglie di Liquore Strega, prodotto di punta dell’azienda nato nel 1860 dalla distillazione di oltre cinquanta spezie provenienti da tutto il mondo tra cui lo zafferano, prezioso ingrediente che dona al distillato il caratteristico color oro; ecco i Dolci Alberti, prodotti di raffinata artigianalità, frutto del talento di esperti maestri pasticcieri che da oltre centocinquant’anni tramandano antiche ricette; ecco il rinomato Torrone Strega squisito impasto di miele e nocciole avellane al gusto Strega e ricoperto di cioccolato fondente. E poi il Pan di Torrone, il torrone al limone, alla mandorla, al cioccolato e i torroncini. In vetrina non mancano i mini babà allo Strega, al rhum, al limoncello e i tartufi neri allo Strega, Le Magie praline al cioccolato al latte o fondente ripiene di ganache allo Strega, alla noce, al limoncello, al caffè e al rhum; e infine i Goccioloni, rinomati cioccolatini fondenti ripieni di liquore Strega.

Di stagione in stagione, lo store presenterà le diverse proposte Strega. Tante le strenne regalo, le scatole in latta dal sapore vintage da riempire, secondo il proprio gusto, con il vasto assortimento di prodotti sfusi.

Con l’apertura del punto vendita di Santa Chiara, che segue oltre lo storico negozio di Benevento, quello inaugurato nel Gennaio 2016 nella Galleria Ipogea della Stazione di Piazza Garibaldi, il temporary di Napoli Centrale e New York Soho e la partnership con il caffè Strega di San Domenico Maggiore, Strega Alberti rafforza il prestigio dello storico brand in Italia e all’estero e si rilancia nel mondo retail attraverso la sua controllata Strega Retail Srl.

 

Un’impresa ultracentenaria e una solida storia di famiglia

La storia di STREGA ALBERTI inizia a Benevento nel 1860 con Giuseppe Alberti che apre un Caffè nella piazza principale della città e comincia la produzione di un liquore che viene chiamato Strega, evocando nel nome l’antica leggenda che vuole Benevento sede di Sabba e riti stregoneschi. Il commercio del liquore va affermandosi rapidamente e prosegue anche dopo la morte di Giuseppe Alberti grazie alla guida dei quattro fratelli – Ugo, Vincenzo, Francesco e Luigi Alberti – che consolidano l’attività di famiglia. Durante il periodo fascista l’azienda continua la sua espansione, dopo l’inaugurazione dello stabilimento di Tripoli in Libia, seguono quello a Nizza in Francia e uno a Chiasso in Svizzera. Nel dopoguerra l’Alberti ricostruisce le strutture danneggiate dai bombardamenti aerei americani riavviando in breve tempo la sua produzione. Nel 1946 istituisce e patrocina, insieme alla Fondazione Bellonci, il più prestigioso premio letterario italiano: il Premio Strega. Negli anni Cinquanta nasce l’industria dolciaria Alberti, pensata per la produzione di cioccolato e torrone. Contemporaneamente consolida la diffusione del liquore nel mercato estero con l’avviamento della produzione a San Paolo del Brasile e a Buenos Aires. Con oltre 150 anni di storia, Strega Alberti è oggi un’azienda familiare alla sua sesta generazione ed è un marchio tra i più diffusi ed apprezzati sul mercato italiano ed estero. Nel mondo è presente in 40 Paesi, in testa gli Stati Uniti.

L’azienda oggi è guidata dall’ing. Giuseppe D’Avino, Presidente e Amministratore Delegato, dal sig. Antonio Savarese, Vicepresidente e dall’ing. Andrea D’Angelo responsabile di Produzione e dal consigliere dott. Emanuele Sacerdote.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

“Antonio Falanga” festeggia 50 anni di progetti insieme


L’azienda “Antonio Falanga srl” festeggia 50 anni di attività, un traguardo importante che sarà celebrato domenica 18 settembre con una giornata di iniziative che si svolgeranno presso lo show room sito in Torre del Greco (via Nazionale, 399).

La storia dell’azienda, leader in Italia nel settore “rivestimenti”, prende il via nel 1966 grazie all’intuizione e all’intraprendenza di Antonio Falanga, che – figlio d’arte – decise di mettersi in proprio e aprire un piccolo negozio che si occupava di edilizia a 360°. Tale realtà si è via via estesa e specializzata nel comparto dell’arredo bagno e delle “Superfici”, cavallo di battaglia – quest’ultimo – del figlio di Antonio, Francesco Falanga.

“L’azienda è stata sempre il mio parco giochi – racconta Francesco, oggi direttore generale della ‘Antonio Falanga srl’ -. Ho trascorso quì tutte le mie estati, sapevo sin da piccolo che avrei lavorato nell’azienda di famiglia”. “I primi 50 anni di attività sono per noi un’importante traguardo – spiega Francesco -; sin dall’inizio abbiamo puntato sulla qualità e negli anni non siamo mai scesi a compromessi mantenendo sempre altissimo il livello, senza ricercare facili risparmi. Su questo punto siamo stati irremovibili, anzi abbiamo aumentato l’attenzione, perché riteniamo che la qualità sia la chiave del successo per emergere sul mercato”.

Negli anni l’azienda è stata capace di coniugare i materiali classici con tecnologie altamente innovative, arrivando alla realizzazione di superfici in resina ed altri materiali innovativi, alla possibilità di poter personalizzare le superfici e di poter effettuare le consegne dei materiali al piano.

In prospettiva futura l’azienda “Antonio Falanga”, forte delle proprie posizioni di mercato raggiunte in Italia, resta comunque legata al territorio che l’ha vista crescere e svilupparsi. Proprio in quest’ottica ha deciso di organizzare l’evento celebrativo del cinquantesimo anno di attività presso lo storico show room sito in Torre del Greco.

Con l’evento che si svolgerà il 18 settembre l’azienda ha voluto coinvolgere le famiglie di Torre del Greco e dei comuni limitrofi: tante le iniziative in programma dalle ore 10:30 alle ore 23 per grandi e piccini! Il pezzo forte è rappresentato da un percorso enogastronomico animato da importanti operatori del mondo del food (gli chef dell’associazione Cuochi Torre del Greco, il pizzaiolo Giuseppe Pignalosa, la pasticceria Mennella e numerosi partner/amici dell’azienda). 

Chiuderanno la giornata l’esilarante spettacolo di Gino Fastidio e la musica dei SUD 58 (da Made in Sud).

La passione di Antonio per la cucina

Antonio Falanga, oltre ad essersi impegnato per 50 anni a miscelare i giusti ingredienti per una casa confortevole, ha coltivato con altrettanta passione i valori e le tradizioni di famiglia anche in cucina. A febbraio scorso ha iniziato a girare video nella cucina di casa e ha creato un canale Youtube attraverso il quale parla di cibo, raccontando piatti, ricette, ingredienti: “La cucina di Antonio Falanga”. Tra i suoi piatti forti quelli della tradizione napoletana e quelli a base di pesce.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Napoli:”Tutti i dettagli del party D&G”

Trapelano nuovi  dettagli malgrado gli accordi di riservatezza fatti firmare a tutti gli operatori coinvolti, per il mega party D&G, organizzato a Napoli per  festeggiare i trent’anni di carriera. 

Attesi i mega yacht e gli oltre 400 invitati che arriveranno già nel fine settimana. Saranno almeno una quarantina e solo quindici hanno trovato ormeggio al molo Luise di Mergellina, prenotato da mesi. I due stilisti Dolce&Gabbana, si vocifera che arriveranno con quattro panfili.

Attesi Da Nicole Kidman a Sofia Loren, madrina dell’evento. Anche l’Aeroporto Internazionale di Napoli si prepara all’atterraggio di jet privati, ma non si escludono voli di linea. Molti anche i trasferimenti privati previsti da Roma.


I primi check in negli hotel sono previsti per mercoledì 6 luglio. Sessanta le testate giornalistiche che arriveranno in città da tutto il mondo, in prima linea Vogue International.

Per i giornalisti la scelta degli alloggi è stata affidata  al Grand Hotel Parker’s e al San Francesco al Monte e per loro sono state prenotate solo camere vista mare.

La festa durerà quattro giorni, dal 7 al 10 luglio, ed sarà una festa privata e blindatissima. Inutile la caccia all’invito. Coinvolti il Polo Museale e il Comune di Napoli per le location istituzionali che sono Villa Pignatelli, il Borgo Marinari con Castel dell’Ovo, via dei Tribunali e dintorni per la sfilata. In città ci saranno temporary store ed happening.

In via Filangieri l’Ottica Pedone sarà per un giorno intero, l’otto luglio, special set della griffe: è stata scelta personalmente dagli stilisti per ospitare la collezione di occhiali della maison tra musica, finger food e un allestimento all’insegna dei colori del carretto siciliano, una delle icone di Dolce&Gabbana.


Intensi i preparativi anche per l’evento di gala sulla spiaggia di Donn’Anna, dove la società di catering incaricata ha dovuto fare un casting rigorosissimo per scegliere i camerieri e tutto il personale di servizio: giovani, alti e di bella presenza.Il codice estetico di D&G non lascia spazio al caso.

Nel frattempo in uno dei laboratori storici di via dei Tribunali si sta lavorando alla realizzazione di più di mille babà per il party finale.

Ultima chicca, riservata agli ospiti vip con prole, il reclutamento di una trentina di babysitter bilingue per accudire i pargoli: i bambini sono off limits da tutti gli eventi.

Contrassegnato da tag , , , , ,

Al BCOutlet di Marcianise apre la Pizzeria da Michele Condurro, Ospite Gabriel Garko


Dopo lo straordinario successo dell’inaugurazione del BCOutlet lo scorso mese, torna un altro imperdibile appuntamento il 24 Giugno con l’apertura della Pizzeria “Da Michele Condurro” che andrà a completare l’ ampia offerta gastronomica di grandissimo livello dell’elegante struttura. 

 Giovedì 23 giugno, dalle 19:00, esclusiva festa inaugurale (accesso solo su invito) con la partecipazione dell’attore Gabriel Garko e la musica live di Luca Sepe. Tra gli ospiti, oltre a protagonisti del mondo dell’imprenditoria, tanti personaggi dello Spettacolo, tra i quali Sal Da Vinci.

 ”Abbiamo creduto fortemente in questa formula che abbina shopping di lusso e offerta gastronomica di tradizione napoletana e gran qualità – spiega Gianluca Vorzillo, patron del BCO – i fatti ci stanno dando ragione: una giornata al BCO è una grande esperienza di gusto, anche per chi non rinuncia a mangiare sano, oltre che per i numerosi turisti attratti dalle nostre eccellenze gastronomiche”.

La famiglia Vorzillo ha voluto fortemente, sulla splendida terrazza del BCO, uno dei marchi più prestigiosi della ristorazione partenopea, celebre in tutto il mondo grazie al gruppo imprenditoriale Soreca, tra i partner del primo ‘outlet tutto italiano’ . Una struttura che dalla sua apertura, sta realizzando presenze record grazie ad una offerta di qualità a ‘veri prezzi outlet’ e a una formula che abbina shopping a intrattenimento per tutta la famiglia.


Fiore all’occhiello del BCO è proprio la Food Court: oltre alla Pizzeria da Michele Condurro, sono già aperti il Bar e Rosticceria L.U.I.S.E. , la Gelateria Casa Infante; la Pasticceria Leopoldo ; l’Hamburgeria 12 Morsi e un corner Ciro a Mergellina dove è possibile gustare le famose graffe calde. 

Il progetto BCO, che vede coinvolti imprenditori con grande esperienza nel settore del lusso, è promosso dai fratelli Gianluca, Carlo e Roberta Vorzillo, attraverso la GCR Outsider Holding Srl. Questa originale struttura, la cui formula si vuole esportare anche a Roma e Milano, apre nuovi orizzonti al mondo del commercio abbinando lo shopping all’entertainment e alla ristorazione di qualità.

Il BCO outlet si rivolge a un target ampio e trasversale: esperti del settore hanno selezionato gli Atmospheric Factors più adatti a creare un ambiente confortevole e accogliente sopratutto per i più piccini: 1.700 mq sono riservati alla kids area, Paggio Toys dedica 1.200 mq al mondo dei giocattoli con eventi per bambini, e ancora Zoomiguana, Zoo Area di 600 mq.

La realizzazione del centro è stata frutto di competenze e professionalità del territorio: “Abbiamo dato vita a un gruppo di giovani imprenditori locali, coraggiosi e forti, per realizzare un investimento in un’area che coinvolge un bacino di utenza importante. Il fatturato atteso è di circa 50/60 milioni di euro.” spiega Gianluca Vorzillo già creatore del marchio Roberta Biagi. 

Ogni aspetto, nella realizzazione di BCO, è stato curato nei minimi dettagli, a partire dalla scelta della localizzazione, nella strategica area di Marcianise, collegata sia all’autostrada A1 Napoli – Roma sia all’Aeroporto di Napoli Capodichino. Importante anche il collegamento interno al Centro Commerciale Campania, uno dei più estesi e visitati in Italia, con 11 milioni di passaggi l’anno.

Contrassegnato da tag , , , ,