Archivi categoria: Società

Spazio Comunale Forcella: “Noi, oltre il tramonto”, il film sulla droga fra adolescenti

Lunedì 12 giugno, alle ore 17.00, presso lo Spazio Comunale “Piazza Forcella” in Via Vicaria Vecchia n. 23, avrà luogo la presentazione del film “Noi, oltre il tramonto”, prodotto da DGPhotoArt e PartyChic Events, con la regia di Davide Guida. L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, vuole rappresentare un’occasione per proporre un’opera prima che, oltre ai contenuti, intende testimoniare le possibilità offerte dalla creatività dell’imprenditorialità culturale giovanile. Nato da un’idea di Tiziana Viscardi, giovane imprenditrice di Casal Di Principe impegnata nell’assistenza a giovani disagiati e immigrati, il film vuole essere un documento sullo scottante tema del consumo di droga fra gli adolescenti e dei malesseri che ne conseguono.

Davide Guida, esordisce in qualità di regista, è da diversi anni esperto in comunicazione e tecnologia nonché scrittore di romanzi e novelle. Ha già operato in termini di sceneggiatore di altri lungometraggi, principalmente a sfondo sociale, fra cui “Moda e Amore” sui malesseri del mondo della moda e dello spettacolo e “Al di sopra di ogni pregiudizio” sul tema del razzismo fra giovanissimi.

“Noi, oltre il tramonto”, basato su soggetto originale di Orlando Puoti (che è anche protagonista), e totalmente no-budget, si avvale quasi esclusivamente della partecipazione di attori non professionisti e narra la storia drammatica di tre ragazzi, Dino, Pasqualino e Marco, dai giorni della loro difficile infanzia all’adolescenza, fino al fatale ingresso nel tunnel della droga dal quale potranno tentare di uscire solo grazie alla riscoperta dei sentimenti e delle emozioni. Nel cast, oltre a Orlando Puoti, Pasquale Scarpati, Michelle Sara Ciotola, Angela D’Avanzo, Carmen Percontra, Angela Iovane, Ciro Grieco, Francesco Di Pace, Eugenio Bono, Pasquale Rea. Da citare l’apparizione straordinaria e amichevole dell’attrice Rai e Mediaset Emanuela Tittocchia.

Per la sua realizzazione sono state utilizzate strumentazioni, ambientazioni e competenze paragonabili a quelle di livello professionale, a dimostrazione che la forza di volontà può competere con costose produzioni cinematografiche ed essere di stimolo per le giovani risorse. Il film è stato girato soprattutto nelle zone di Casal Di Principe, dell’Aversano, Villa Literno e Castel Volturno.

La proiezione sarà preceduta da un video rappresentante una lirica scritta e interpretata dall’artista Carmen Percontra, in tema con l’argomento del film, e dal trailer del film “Il fattore astrale”, ultimo lavoro cinematografico del noto regista Nando De Maio.

Alla proiezione saranno presenti autorità istituzionali del Comune di Napoli, attori del film e esponenti del giornalismo, della cultura, del cinema e dello spettacolo.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Casoria: Roberto Saviano ospite d’eccezione al Museo Cam


Centinaia di fan, ammiratori e sostenitori di Roberto Saviano, sono accorsi al museo Cam di Casoria, dove è stata inaugurata la “Sala Saviano”.. Una spazio dedicato allo scrittore e saggista italiano, dove tanti artisti napoletani potranno alternarsi per esporre le proprie opere.

“Una sala dedicata per la prima volta “ai vivi”- afferma Saviano- l’ho trovata un’idea geniale, una provocazione in un museo che di per sè è già una provocazione. 


Un museo curato, bello, non solo perché presidio di legalità in una cittadina come Casoria, ma che possiede anche una bellezza vera. Sembra infatti un museo berlinese o francese, con i suoi colori, i suoi spazi e le sue opere così emozionati.” Apprezzo anche l’attività di denuncia-aggiunge Saviano- che da anni il direttore del CAM Antonio Manfredi e il suo team, continua a portare avanti con una denuncia che non ha il tono del lamento, ma un tono attivo di perseveranza a di contrasto alle ostilità, ovvero stiamo facendo quello che stiamo facendo nonostante le intimidazioni e la solitudine, anche perchè attorno abbiamo forti sostenitori che non ci abbandonano.”

Alla presentazione sono intervenuti il Sindaco di Casoria, Pasquale Fuccio e il direttore del CAM, Antonio Manfredi, che ha consegnato a Saviano il premio CAM-On Award.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

“DENTRO IL SILENZIO”: La grande sfida cinematografica di Pino Sondelli contro la sordità infantile 


Martedì 13 dicembre 2016, alle ore 11, sarà presentato ufficialmente al cinema “America Hall”, sito in Napoli in Via Tito Angelini, 21, “DENTRO IL SILENZIO”, il film-sfida nato da un’idea di Antonio della Volpe e Lucio Allegretti, realizzato dal noto regista Pino Sondelli e dedicato alla sordità infantile.

Il lavoro cinematografico gode del patrocinio dell’AORN Santobono-Pausilipon di Napoli, del Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo e dell’Unicef Campania.

La produzione è di Aquila Film, società che da trenta anni è impegnata nella comunicazione in ambito medico-sanitario; direttore di produzione Ornella De Santis.

Notevole il cast di attori napoletani che ha condiviso la sfida entrando con professionalità e sensibilità nella trama del film dedicato al delicato mondo della sordità infantile. Tra tutti ricordiamo Stefania De Francesco, Stefano Moffa, Gianni Parisi, Riccardo Zinna, Renato de Rienzo, Pino L’Abbate, Virginia Formisano, il maestro Fabrizio Soprano, Piera Violante, la piccola Ilaria Porcelli dell’Accademia di Briciole di Stelle, Mattia Abbundo e Alessandra Savastano.

 Aquila Film si è avvalsa nella produzione della collaborazione degli studenti dell’Accademia Belle Arti di Nola, ABAN: Giuseppina Barbati, Cinzia Cittadini, Walter Chiarello, Angela Limonciello, Giovanni Ruoppo, Ena Serra, Armando Giuseppe Mandile, con la presenza di Daniele Pirozzi e Alessandro Calamo diretti dal prof. Pino Sondelli e con la partecipazione di Savio Panico.

Da un incontro tra il prof. Antonio della Volpe, Responsabiledel Centro di Riferimento Regionale per gli Impianti Cocleari in età pediatrica della UOSD di Chirurgia Protesica della Sordità infantile del Santobono-Pausilipon di Napoli e Lucio Allegretti direttore della Società di produzione, nasce l’idea di comunicare, attraverso una storia vera, il disagio della sordità infantile e la sua possibile risoluzione attraverso la scelta dell’impianto cocleare.

La Regione Campania ha un primato: è stata la prima regione italiana a introdurre lo screening universale dei nuovi nati dal 2003 (Delibera n° 3130 del 31.10.2003)

 

Dentro il Silenzio è la storia della famiglia di Luisa e Alberto Pascucci con i loro tre figli: Ilaria di 9 anni e dei gemelli Giulio e Carlotta di 4 anni. I due gemelli, nati con un udito normale, all’età di circa tre anni lentamente lo perdono. Tra il non accettare l’idea di avere dei figli con l’handicap della sordità e il non conoscere il motivo, inizia il dramma della famiglia Pascucci: una famiglia come tante, catapultata in poco tempo in una realtà dura e difficile da accettare. Per Luisa e Alberto inizia un percorso prima del tutto inimmaginabile. Un continuo girare tra medici, amici e conoscenti in cerca di verità ed indicazioni su come agire davanti ad un evento molto più grande di loro. Con la consapevolezza di non voler accettare una realtà troppo penosa, e quindi rischiare di creare ai gemelli una vita diversa dagli altri bambini, i coniugi Pascucci affronteranno un periodo di confronti, fatto di ragioni, litigi, incomprensioni, a volte crudi, laceranti, sofferti, che li dividono per poi riunirli e dividerli e riunirli ancora, in un’alternanza di emozioni che non mancheranno di stimolare e coinvolgere gli spettatori, aprendo le menti ad una propositiva conoscenza di una realtà sconosciuta a tanti. La ricerca faticosa di un nuovo equilibrio, una nuova “normalità” di vita.

Sotto la spinta dell’affettuoso nonno materno, Luisa e Alberto decidono di incontrare nell’ospedale pediatrico della città, l’equipe di medici specialisti che indica la soluzione al problema: dopo vari controlli ed esami ai piccoli pazienti la giovane coppia sceglie consapevolmente di sottoporre i propri figli all’intervento di impianto cocleare.

Grazie all’impianto cocleare la vita affettiva e sociale dei bambini diventa normale. I due gemelli diventano dei piccoli campioni: Giulio nel basket e Carlotta nella danza.

Nelle parole di Pino Sondelli, la nascita del progetto sociale ed il perché di una scelta “folle”, sicuramente molto impegnativa.

E’ l’Aquila Film che decide di contattare il regista Pino Sondelli, in un primo momento per realizzare uno spot sugli impianti cocleari per la sordità infantile, ma dalle parole del regista:

“…all’incontro nell’Ospedale Santobono di Napoli, rimango pietrificato da un’immagine: quella dei tantissimi bambini di pochi mesi e anni, tutti legati dallo stesso disagio della sordità. Dopo pochi secondi di miei silenziosi sguardi su quei tanti volti tristi e spenti, vengo ricevuto dai medici e ascolto quello che mi dice il primario del reparto Antonio della Volpe. Senza indugio, poiché l’idea nasce da una storia vera, propongo di trasformarla in un film: la storia di una famiglia che combatte, e dei bambini che non hanno la capacità di sentire entrando giorno dopo giorno DENTRO IL SILENZIO”.

Una sfida per il diritto di tutti a sentire e vivere una vita pienamente appagante, che sicuramente servirà. Un progetto creato e portato avanti con assoluta passione e solo per Amore verso l’Infanzia, che è il futuro della vita. 

Contrassegnato da tag , , ,

Nasce a Napoli il primo corso di laurea italiano in Green Economy

“Sono ormai oltre 370mila le aziende italiane, ossia il 27,5% del totale, che hanno investito in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni di CO2. Nell’ultimo anno ha superato i 102 miliardi annui, pari al 10,3% del PIL italiano, il volume di affari della green economy e ci sono ormai 2milioni e 942mila occupati nel green job, ossia occupati che applicano competenze ‘verdi’, una cifra che corrisponde al 13,2% dell’occupazione complessiva nazionale ed è destinata a salire ancora entro”. La lectio magistralis dell’economista Massimo Marrelli sulle grandi opportunità della green economy parte proprio dai numeri che certificano il boom di uno dei settori economici in maggior espansione a livello nazionale e internazionale.

 

La lezione di Marrelli, docente di Economia pubblica all’Università Suor Orsola Benincasa, ha aperto la giornata di presentazione del primo corso di laurea italiano in Economia Aziendale e Green Economy che partirà ad ottobre (con iscrizioni ai test d’ingresso aperte fino al 26 settembre) proprio a Napoli all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, il primo Ateneo al mondo in procinto di divenire un patrimonio dell’umanità certificato dall’Unesco anche per il suo straordinario patrimonio di giardini che all’interno dell’antica cittadella monastica seicentesca, oggi efficiente campus universitario, colorano l’immenso patrimonio storico, artistico e culturale al servizio degli studi accademici.

 La presentazione del corso, proprio per sottolinearne la vocazione professionalizzante e la sua genesi in collaborazione con il mondo delle imprese e delle professioni, è avvenuta nella sede dell’Unione Industriali di Napoli con un convegno, coordinato dal vicedirettore del tg4, Alessandro Cecchi Paone, che con gli interventi del presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti della provincia di Napoli, Vincenzo Moretta, del vicepresidente dell’Unione Industriali di Napoli Vito Grassi e dell’economista Massimo Lo Cicero, docente di Modelli di business per l’innovazione all’Università Suor Orsola Benincasa, ha disegnato gli scenari, i mercati e le nuove opportunità professionali per la Green Economy. In Italia, sono per citare alcuni dati emersi dal dibattito, ben il 40% delle aziende sono ormai a vocazione verde, con le assunzioni legate alle eco-competenze che raggiungono circa il 60% della domanda di lavoro complessiva.


“Le Università – ha spiegato Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa – devono essere in grado rispondere alle esigenze sempre nuove del mercato del lavoro e della formazione specialistica e di adeguarsi ai cambiamenti, spesso repentini, dell’economia globale. In particolare tra gli obiettivi strategici che il Suor Orsola si impegna a perseguire c’è quello di avviare al lavoro i giovani formati nei nostri corsi di laurea. Ed è per questo che, avendo studiato e monitorato negli ultimi anni i numeri della green economy, emersi anche nel dibattito odierno, abbiamo avvertito, lavorando anche in sinergia con il mondo delle aziende e delle imprese, un’esigenza da queste fortemente manifestata: ossia la formazione di nuove figure professionali sempre più richieste dal mercato ma per la quali non esiste ancora nel Paese un percorso dedicato: nuovi manager capaci di interagire e lavorare nell’ambito della green economy o di tutte le realtà che si trovano ad affrontare le vaste e poliedriche tematiche legate al green (dall’energia all’ambiente, dall’edilizia al packaging, e così via)”.

 

Le nuove figurale professionali che verranno formate al Suor Orsola

 

Dall’ecobrand manager al comunicatore del settore green, dall’esperto nella commercializzazione dei prodotti di riciclo all’esperto in green marketing. Ecco alcune delle professioni del futuro alle quali preparerà il primo corso universitario italiano in Economia aziendale, specificamente dedicato alla green economy.

 “Il nuovo Corso triennale in Economia aziendale e Green Economy dell’Università Suor Orsola Benincasa – ha spiegato il Manager didattico del Suor Orsola, Natascia Villani – nasce con l’obiettivo di formare una figura professionale la cui preparazione risulti caratterizzata da un lato da un solido impianto teorico/applicativo a vocazione multidisciplinare, e dall’altro da conoscenze di base economico-aziendali e giuridiche con riferimento a un ampio ventaglio di aree funzionali e di settori di attività economica, nell’ottica della sostenibilità socio-economica ed ambientale”. Alla fine del suo percorso triennale il “laureato green” dovrà padroneggiare tutti gli strumenti in uso nel mondo delle aziende private e pubbliche, con particolare riferimento all’approccio green. “L’approccio metodologico di questo nuovo corso – ha evidenziato la Villani – si basa su di un’attenzione specifica alle nuove sfide dell’ambiente e della sostenibilità che oggi non dovrebbe mancare in nessun percorso accademico di economia a prescindere dal suo indirizzo specifico”.
 

L’esperienza con l’Expo e gli obiettivi formativi del corso


Il percorso di studi, che nasce in un Ateneo che in questo settore ha già l’esperienza di un Master in Management e Comunicazione per la green economy, realizzato in collaborazione con Milano Expo 2015, punta nel suo complesso tre grandi obiettivi formativi: favorire l’acquisizione di competenze in materia di organizzazione, rilevazione, gestione e controllo delle aziende in generale, con una focalizzazione specifica sul mondo e sulle imprese green; sviluppare competenze specifiche relazionali e manageriali nel settore della green economy, e conoscenze giuridiche non solo per quanto riguarda l’attività aziendale, ma anche per l’esercizio delle libere professioni dell’area della green economy; sviluppare le competenze per favorire la diffusione dei processi finalizzati all’innovazione, all’imprenditorialità e alla managerialità della gestione aziendale, con riferimento specifico alla green economy. Il percorso formativo si snoda attraverso l’acquisizione di conoscenze teoriche e pratiche nei quattro ambiti indispensabili per consolidare le competenze della figura da formare: economico, giuridico, aziendale e statistico-matematico. Le materie affini consentiranno ulteriori approfondimenti nell’ambito della Green Economy, attraverso gli insegnamenti riguardanti l’ecologia, la produzione di energia rinnovabile, i principali concetti e metodi dello studio dei contaminanti.


La formazione on the job nelle aziende sin dal primo anno
 Così come avviene per ogni corso di laurea dell’Università Suor Orsola Benincasa uno dei punti di forza del nuovo percorso accademico sarà la previsione di numerose occasioni di formazione on the job da affiancare alla formazione teorica già dal primo anno di corso: project work e stage, condotti sotto la guida di un docente e in sinergia con i numerosi partner pubblici e privati del corso che operano nel settore della Green Economy, assicureranno allo studente la possibilità di sperimentare una prima significativa esperienza aziendale, di formarsi una cultura d’impresa e di prepararsi adeguatamente alle esigenze del mercato del lavoro.

 

Gli sbocchi occupazionali
Innanzitutto trattandosi di un corso di laurea in economia aziendale il corso prepara alle professioni ‘canoniche’ di: contabili, economi e tesorier, tecnici dell’organizzazione e della gestione dei fattori produttivi, responsabile del personale e della gestione delle risorse umane, approvvigionatori e responsabili acquisti o tecnici del marketing solo per citarne alcuni. Ma soprattutto ci sarà uno sbocco specifico e preferenziale, favorito da un servizio di Job Placement personalizzato per ogni singolo studente, nel settore emergente della green economy come consulenti aziendali, esperti in amministrazione e controllo, esperti nel settore giuridico economico nell’amministrazione di piccole e medie imprese, esperti nel settore commerciale, nel marketing, nel management o nella comunicazione.

 

Test d’ingresso a Luglio e Settembre

Sono 180  i posti disponibili per l’iscrizione a questo nuovo corso di laurea triennale, proprio perché il numero programmato, anche laddove non è ministerialmente previsto, è uno dei punti di forza dell’Università Suor Orsola Benincasa che garantisce, così, un rapporto diretto tra studente e docente. Le iscrizioni alle selezioni per i test di ingresso sono aperte fino al 26 settembre.

 

 

Contrassegnato da tag , , , ,

Marcianise: Nasce “BCOutlet”- il primo department store interamente italiano

Inaugura sabato 28 maggio, dalle ore 10:00, il  BCO – Best Company Outlet, il primo department store interamente italiano dedicato a tutta la famiglia con ‘veri prezzi outlet’,  a 20 km da Napoli e 6 km da Caserta.

L’elegante struttura è realizzata da 27 prestigiosi partner su un’area di 10.000 mq collegata al Centro Commerciale Campania (Marcianise- CE). 

Per i primi due giorni ci saranno prezzi scontati dal 50% al 70% sui più grandi marchi. Venerdi 27 maggio, ore 20:00, ci sarà il taglio del nastro e una grande festa inaugurale (ad inviti) accompagnata da fuochi pirotecnici che illumineranno la terrazza BCO; a seguire uno spettacolo musicale, mentre un gruppo di danzatori e due ballerine dell’Aria, daranno vita a raffinate coreografie e performance acrobatiche.

Il progetto BCO, che vede coinvolti imprenditori con grande esperienza nel settore del lusso, è promosso dai fratelli Gianluca, Carlo e Roberta Vorzillo, attraverso la GCR Outsider Holding Srl. Questa originale struttura, la cui formula si vuole esportare anche a Roma e Milano, apre nuovi orizzonti al mondo del commercio abbinando lo shopping all’entertainment e alla ristorazione di qualità.
Il BCO outlet si rivolge a un target ampio e trasversale: esperti del settore hanno selezionato gli Atmospheric Factors più adatti a creare un ambiente confortevole e accogliente soprattutto per i più piccini: 1.700 mq sono riservati alla kids area, Paggio Toys dedica 1.200 mq al mondo dei giocattoli con eventi per bambini, e ancora Zoomiguana, Zoo Area di 600 mq.
Fiore all’occhiello del BCO è la Food Court, (vi si trovano la Pizzeria da Michele, L.U.I.S.E. Bar; Casa Infante Gelateria; Leopoldo Pasticceria; 12 Morsi Hamburgheria) dove la miglior gastronomia napoletana sarà concentrata nella terrazza: un polo attrattivo esclusivo che contribuirà a richiamare visitatori, accogliendoli in una location d’eccezione.

La realizzazione del centro è stata frutto di competenze e professionalità del territorio: “Abbiamo dato vita a un gruppo di giovani imprenditori locali, coraggiosi e forti, per realizzare un investimento in un’area che coinvolge un bacino di utenza importante. Il fatturato atteso è di circa 50/60 milioni di euro.” spiega Gianluca Vorzillo già creatore del marchio Roberta Biagi. 

Ogni aspetto, nella realizzazione di BCO, è stato curato nei minimi dettagli, a partire dalla scelta della localizzazione, nella strategica area di Marcianise, collegata sia all’autostrada A1 Napoli – Roma sia all’Aeroporto di Napoli Capodichino. Importante anche il collegamento interno al Centro Commerciale Campania, uno dei più estesi e visitati in Italia, con 11 milioni di passaggi l’anno.

Previste attività per la fidelizzazione del cliente, allestimenti a tema che renderanno la galleria il luogo ideale dove trascorrere il tempo libero. Campagne social contribuiranno a far conoscere il nuovo centro del lusso campano.

Nel periodo Natalizio l’intera galleria diventerà un vero e proprio villaggio di Natale, tanti Elfi apriranno le porte di BCO a Babbo Natale che accoglierà, nei giorni festivi e prefestivi, bimbi e genitori all’interno della propria casa, per scrivere la famosa letterina ed imbucarla nella magica casetta postale. Sono in programma diverse attività benefiche a favore dei bambini meno fortunati.

Contrassegnato da tag , , ,

Al via al progetto “Velantariato”, corso di formazione gratuito di “Facilitatore sportivo solidale”


Parte il progetto “Velantariato”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e patrocinato dal Comune di Napoli, con un corso gratuito di educazione al volontariato sportivo per trasferire a giovani volontari le competenze necessarie per accompagnare/assistere i disabili in ambito sportivo.

 Il corso è gratuito e si rivolge a giovani di età non superiore ai 35 anni. Il corso si terrà nei mesi di giugno e luglio 2016 ed è suddiviso in 60 ore di teoria e 30 ore di tirocinio al termine del quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione (il programma dettagliato verrà reso noto in seguito). Per poter essere ammessi è necessario inviare il modulo d’iscrizione (scaricabile qui: https://goo.gl/CgH9AT) entro il 31 maggio all’indirizzo: segreteria@peepul.it. L’ammissione al corso sarà subordinata ad un colloquio motivazionale.


FINALITÀ. Conoscere le disabilità e valorizzare le “abilità altre”; accogliere e interagire in modo competente con il disabile; aiutare concretamente un atleta disabile durante la sua prova sportiva.

 

SEDI OPERATIVE: sedi nautiche di Nisida c/to sezione Aeronautica Militare e Napoli c/to Se.ve.na Marina Militare al Molosiglio.

 PER INFO: Presidenza direzione@peepul.it cell.3356973981 Asd Peepul Sport Onlus – Via Carlo Poerio 103/107 – 80121 Napoli. Coordinamento: asdsport@peepul.it – 3929969248 http://www.peepul.it

Contrassegnato da tag , , , ,

MERIDONARE promuove “Movinto” per i giovani Universitari napoletani

La cooperativa senza scopo di lucro F2, costituita da studenti universitari e giovani in formazione che ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni economiche, sociali e professionali per i suoi utenti, e la start up MERIDONARE della Fondazione Banco di Napoli, insieme per promuovere il progetto “Movinto”. Il progetto sarà presentato giovedì 12 maggio alle ore 10,30 presso il chiostro di San Marcellino, facoltà di Scienze Politiche Federico II. La sua filosofia è racchiusa tutta nel nome: dal Moving To al Move In o Move into, alla base dell’idea c’è il movimento che una comunità compie insieme verso un miglioramento.
Un utente utilizzerà Movinto per cercare un alloggio, accedere a promozioni e offerte in relazione alle sue passioni, ricevere assistenza didattica, sapere dove poter andare la sera con i suoi amici, cercare un lavoro e accrescere le proprie relazioni. Facile, veloce e soprattutto completo, il progetto Movinto desidera porre al centro lo studente e proporre una soluzione ad ogni sua esigenza che sia appetibile, fruibile dalle masse e affidabile. Per la realizzazione di questo progetto sulla piattaforma di Meridonare.it occorre raggiungere la cifra di 25mila euro sia attraverso le donazioni va web ma anche attraverso un Donamat messo a disposizione dalla Start Up figlia della Fondazione Banco Napoli.

Movinto è la prima multiservices orientata al giovane in formazione nella fascia di età 18-35 anni e nasce per essere una community costituita da studenti universitari, giovani e professionisti accomunati nei bisogni e nelle esigenze che insieme colmano il gap dei bisogni e puntano al miglioramento della loro condizione. Attraverso un portale (www.movinto.it) e una applicazione per smartphone e tablet (Movinto), sarà possibile accedere a tutti i servizi comodamente da casa oppure ovunque ci si trovi e conoscere, attraverso i servizi di geolocalizzazione i “Movinto Point” , dove poter trovare un’opportunità oppure un vantaggio; ci si potrà relazionare con gli utenti che utilizzano i servizi e sviluppare sistemi di carpooling per accedere agli stessi; si potrà ricevere assistenza didattica scaricando appunti gratuitamente oppure rivolgendosi a dei tutor rappresentanti dagli stessi utenti Movinto “certificati”; uno studente Erasmus Incoming potrà prenotare servizi di pickup all’aeroporto, corsi di lingua oppure inserirsi facilmente nel tessuto cittadino mediante la rete partner e utenti che conoscerà su Movinto.

Contrassegnato da tag , , ,