Archivio dell'autore: IL Corriere News

GT ANNIVERSARY: un party di beneficenza per supportare la onlus DO.NO.

C9F26154-6FFA-4456-BC9F-92A874AE9F5E

Grande attesa per il  “GT ANNIVERSARY” il Charity Gala ideato dall’Editore Tony Florio e dal regista Mario Albano, per celebrare i 30 anni di attività di GT preziosi e i 10 anni dell’emittente televisiva nota col marchio GT channel.
La kermesse si terrà il 14 Dicembre dalle ore 20,30 all’interno dei meravigliosi studi di produzioni audio-televisivi siti in Via Carlo De Marco 24, Napoli.
Il fil rouge della kermesse sarà la beneficenza, per supportare una raccolta fondi finalizzata a sostenere i progetti dell’Associazione onlus DO.NO. (Dolore no) che opera in collaborazione con la struttura Santobono-Pausilipon di Napoli (www.associazionedo.no.it). Durante la serata sarà possibile fare la propria donazione all’Associazione.
L’Associazione ha come obiettivo, a scopo di utilità sociale e senza fini di lucro, la tutela delle persone ed, in special modo, i bambini affetti da patologie che comportano dolori acuti o cronici e da patologie tumorali, per ridurne le sofferenze e per garantire loro il diritto all’assistenza. Da anni l’Associazione DO.NO, afferente alla Federazione delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO),  sostiene con successo ed entusiasmo diverse tipologie di progetti all’interno dell’ A.O.R.N. Santobono-Pausilipon, presso il Dipartimento di Oncologia Pediatrica, supportando i Servizi di Terapia del Dolore e Cure Palliative e di Psicologia Oncologica, attraverso borse di studio dedicate, progetti di ricerca e inserimento di volontari del Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con competenze psicologiche nelle diverse aree di intervento.
L’ATTIVITA’
L’Associazione DO.NO ONLUS, è stata fondata dalla Sig.ra Rosa Fiorentino Coppola, scomparsa qualche anno fa, e attualmente gestita dai figli, la Prof. Paola Coppola, l’ Avv. Vincenzo Coppola e il Dott. Mario Coppola,  insieme agli altri componenti del consiglio direttivo tra cui il Dott. Maurizio Caporusso, per la gestione dei progetti e lo psicologo  Dott. Roberto Capasso, per la gestione psicologica dei pazienti/bambini in Terapia del Dolore del Pausilipon.
DO.NO si avvale di un approccio di tipo scientifico del contesto ospedaliero, per meglio identificare le esigenze dei pazienti/famiglie.
L’attività dell’Associazione grazie all’attivazione di progetti di ricerca sperimentale, mira a integrare i servizi ospedalieri già esistenti ed ad inserirsi  in aree assistenziali scoperte, grazie al supporto dell’attività di volontariato che viene posto al servizio della sperimentazione progettuale.
L’attività di volontariato erogata dai  volontari del Servizio Civile rappresenta da un lato, un  percorso di formazione ad alta specializzazione in ambito psicologico e, dall’altro, un obiettivo dell’Associazione DO.NO di formazione di nuove figure professionali affinché  i loro strumenti e le procedure di intervento sperimentate, possano gradualmente entrare nei protocolli di assistenza ospedalieri da offrire ai pazienti.
Attesi sul red carpet notevoli  personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui Beppe Convertini, Patrizio Oliva, Peppe Iodice, Francesco Paolantoni, Michele Caputo, Mario Porfito Lello Marangio, gli attori di Made in Sud e tantissimi personaggi del mondo del giornalismo, dell’imprenditoria, della moda e della danza.
Padrino esclusivo della serata sarà il giornalista Alessandro Cecchi Paone e madrina della serata l’attrice e conduttrice televisiva Emanuela Tittocchia. 
L’evento, per cui si richiede un dress code elegante, sarà contraddistinto da performance artistiche di spettacolo e danza.
La serata verrà, ripresa dalle telecamere di GT CHANNEL, che realizzerà uno speciale che andrà in onda sulla rete nazionale di Canale Italia.
Gran finale con un prelibato dinner-buffet finger food, accompagnato da live music e free bar per gli ospiti.
L’incasso della serata sarà devoluto interamente in beneficenza.
Partner dell’evento: Relax Orologi, GT Preziosi, Mondia, Hammer, Que Guapa, Guidus, Umberto 34. L’organizzazione dell’evento è a cura di Federica Passeggio.
Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

OMOVIES Film Festival 2018 con la star di Bollywood e Vladimir Luxuria

31E356B1-3EFE-4E31-9943-AD22C71C048D.jpeg

Tutto pronto per l’11esima edizione dell’OMOVIES Film Festival che aprirà i battenti domani, lunedì 10 dicembre alle ore 18,30 al Cinema Hart (via Crispi, 33) con la proiezione del documentario “Kelly” (Germania-Italia 2017- 60’) di Uli Decker. A seguire la cerimonia d’apertura con il direttore artistico Carlo Cremona alla presenza della madrina Vladimir Luxuria e il presidente di giuria Yuvraaj Parashar. Attore, producer e ballerino indiano, Parashar è stato protagonista per la prima volta nella storia di Bollywood di una scena in cui si baciano due uomini, con conseguente ostracismo anche da parte della propria famiglia, che torna a Napoli dopo la depenalizzazione del reato di omosessualità in India. «È come un sogno diventato reale – ha dichiarato l’artista indiano – ed è anche una grande responsabilità. Non avrei mai pensato di essere un giorno il presidente di un festival di cinema. Sono contentissimo e non vedo l’ora di partecipare al festival. E questo festival è internazionale, perché amiamo il cinema in tutte le parte del mondo»

All’inaugurazione prenderà parte anche il corAcor – Napoli Rainbow Choir diretto dal maestro Maria Gabriella Marino con un intervento musicale. Alle 20,35 la proiezione del film “Evening-Shadows” (India 2018 – 102‘) di Sridhar Rangayn. Tutte le pellicole saranno proiettate in lingua originale con i sottotitoli in italiano a cura del progetto OMOVIES inTRANSlation (eventi ad ingresso gratuito, per info www.omovies.it)<http://www.omovies.it)>.

Il programma di martedì 11 prevede proiezioni al mattino dalle 10 al Rainbow Center Napoli (via Antonio Genovesi, 36) dei documentari “Quarto Camarim” (Brazil 2017 – 101‘) di Camele Lyra Queiroz e Farbicio Silva Ramos, “Soy Álex” (Spain, Mexico 2017 – 16′) di Itzuri Sanchez e Joss Manz, “Visibles” (Spain 2018 – 20′)  di Enrique Rey, “Villa rosa” (Cuba 2016 – 50’) di Lazaro J. Gonzales, “Loftet” (Sweden 2017 – 14′) di Paula Gustafsson. Al pomeriggio dalle 16 al Pan (via Dei Mille, 60) con il cortometraggio “Disconnected” (Germany 2018 – 9′) di Masa Zia Lenardic, Anja Wute, seguito dai documentari “Sidney & Friends” (United Kingdom, Kenya 2018 – 75′) di Tristan Aitchison, “Positive Youtubers” (Brazil 2017 – 15′) di Leandro Goddinho, “The World is round – I Parte REFUGE” (Germany 2017 – 10′) di Leandro Goddinho, “The World is round  – II Parte THE KISS” (Germany 2017 –  5′) di Leandro Goddinho, “Il calciatore invisibile” (Italy 2018 – 63’) di Matteo Tortora. Chiude la giornata il dibattito “Sport e omofobia” sulla squadra di calcio gay del Pochos Napoli.

Il festival internazionale di cinema omosessuale, transgender e questioning promosso dall’Associazione i Ken Onlus proseguirà fino al gran galà di domenica 16 dicembre tra proiezioni di lungometraggi, documentari e cortometraggi provenienti da tutto il mondo, workshop, dibattiti, incontri tematici coinvolgendo il cinema Hart, la libreria del cinema e della legalità c/o Rainbow Center Napoli, il PAN – Palazzo delle Arti Napoli, l’Istituto Francese di Napoli, la Libreria del Cinema, Cinema Posillipo, in un sistema di multisala diffuso sul territorio.

L’OMOVIES è il primo festival internazionale di cinema a tematica LGBT+ del Sud Italia, nato nel 2007 con l’obiettivo di promuovere nei circuiti nazionali ed internazionali, Napoli e la Campania quale territori di socializzazione, solidarietà ed accoglienza e favorire lo sviluppo di un turismo innovativo. L’edizione 2018 è realizzata con il contributo del piano operativo annuale di promozione dell’attività cinematografica e audiovisiva della Regione Campania. Partner del festival Comune di Napoli, Fly Up, Run Film, CFCC, Rainbow Center Napoli, CorAcor, SPI CGIL Campania, Giudice srl. Sponsor Palazzo Caracciolo, Tenuta Sant’Agostino, Sexy Pepe, Napoli Gay Friendly, Noy & You Communication, Uilcom Campania.

Contrassegnato da tag , ,

PIETRELCINA CON IL CUORE, LA NAZIONALE CANTANTI NEL PAESE DI PADRE PIO

1A106ADD-48AE-47CC-BFF5-00160A41F86C.jpeg

Cresce l’attesa per “Pietrelcina nel cuore”, l’evento sportivo in programma domenica 2 dicembre, alle ore 14,30, allo stadio comunale di Pietrelcina (Benevento).
La Nazionale Cantanti e la Rappresentativa amministratori sanniti scenderanno in campo per la solidarietà, devolvendo l’intero incasso della partita per l’acquisto di uno scooter elettrico, che consentirà ai diversamente abili di accedere ai luoghi di Padre Pio.
Una partita ancora più speciale per Rocco Hunt, Clementino, Francesco Da Vinci e Lucariello, autore della colonna sonora della serie Gomorra e caposaldo del rap napoletano, che domenica saranno impegnati in un vero e proprio derby campano.
“Dopo 37 anni di attività – spiega Paolo Belli, presidente della Nazionale Cantanti – arrivare nel paese del beneventano che ha dato i natali a Padre Pio sarà un momento di grandissima emozione, di riflessione e di spiritualità per tutti noi. In questi anni, abbiamo raccolto oltre 90 milioni di euro per aiutare la ricerca, per l’integrazione, l’accoglienza, la tutela e l’assistenza sociale dei soggetti diversamente abili. Siamo felicissimi di metterci a disposizione”.

5F08BA1F-3AD8-4B60-932A-4903817A122B.jpeg
La Nazionale Cantanti, invitata a Pietrelcina da Costantino Boffa, schiererà campioni ed artisti del calibro di Raimondo Todaro (ballerino ed attore, per quattro volte vincitore di Ballando con le stelle), Moreno (rapper che ha trionfato ad Amici e bomber della NIC), Attilio Fontana (ha esordito con i Ragazzi Italiani, primo classificato nel programma Tale e Quale, ha all’attivo anche un passato da attore, autore e protagonista del musical Actor Dei dedicato a Padre Pio), Marco Ligabue (cantautore talentuoso tuttofare, che si impegna totalmente nella produzione di ogni suo disco e tour), Mattia Briga (ha partecipato al talent Amici e vanta al suo attivo dischi di platino per i suoi album), Daniele Incicco (frontman del gruppo La Rua ed in corsa per la finale di Sanremo Giovani), Marco Filadelfia (rapper e telling, web star che vanta anche un romanzo edito da Mondadori dal titolo Con il cuore tra le nuvole), il portiere della NIC Andrea Maestrelli (candidato ai 40 dischi opera prima del premio Tenco), Antonio Maggio (ha vinto la prima edizione di X Factor, accompagnato dagli Aram Quartet, e Sanremo Giovani), Francesco Guasti (cantautore pratese, ha partecipato al talent The Voice e si è classificato al terzo posto a Sanremo nella categoria Nuove Proposte), Biondo (alla ricerca di un approccio soul per il suo rap, ha partecipato ad Amici), Vincenzo Capua (cantautore romano), Luca Bussoletti (ha firmato la colonna sonora del film Tutti giù per aria, duettando con Dario Fo in A solo un metro e donando i proventi ad Amnesty International), Andrea Vigentini (da Amici al palco dell’Eurovision Song Contest 2018 con Ermal Meta e Fabrizio Moro). E non solo.

In occasione del ritiro a Pietrelcina, previsto per venerdì 30 novembre, saranno presenti anche Marco Morandi e Marco Masini.
Il programma completo dell’evento, organizzato da Nazionale Cantanti, USAcli e Comune di Pietrelcina: venerdì 30, ore 16, conferenza stampa con Paolo Belli, presidente della Nazionale Cantanti nella sede della CFP Srl (via Mollo Mandato, Pietrelcina); sabato 1 dicembre, allenamento a Pietrelcina; domenica 2, ore 12.30, apertura cancelli e, ore 14, cerimonia di consegna dello scooter (montascale elettrico); a seguire, alle ore 14.30, fischio di inizio. Ospite, la cantante Alys che domenica si esibirà sul prato dello stadio comunale.
I biglietti sono già in vendita – al prezzo unico di 3 euro – presso CFP Srl (per info tel. 0824.990080) e USAcli (per info tel. 350.0604771).
Ingresso gratuito per disabili e per bambini fino ad 8 anni.

La Nazionale Cantanti nasce grazie a Mogol che gettò il seme con una telefonata a Morandi. Fu messa su una squadra con Oscar Prudente, Umberto Tozzi, Andrea Mingardi. Iniziarono giocando nei campi parrocchiali, ma Mogol pensava in grande, vedeva lontano e continuava a ripetere alla squadra “andremo negli stadi di serie A, atterreremo in elicottero”.
Il 2 ottobre 1975 a Milano scendono in campo Mogol, Gianni Morandi, Lucio Battisti, Riccardo Fogli, Andrea Mingardi, Umberto Tozzi, Pupo, Paolo Mengoli, Gianni Belli, Pino D’Angiò, Sandro Giacobbe, Oscar Prudente e Tony Cicco per l’acquisto di un’autoambulanza per la Croce Verde di Milano. Da questa idea “rivoluzionaria” nasce l’Associazione Nazionale Cantanti.
Arte, sport e solidarietà possono diventare un motore di sviluppo economico e sociale per il bene comune. Realtà da record per numero di iniziative realizzate, personaggi famosi coinvolti, organizzazioni non profit supportate e risultati economici raggiunti nella raccolta fondi, con grandissimi campioni non solo dell’arte e dello sport ma anche dell’impegno sociale e solidale.
In 37 anni di attività ed in 31 anni di associazionismo, la formazione ha disputato oltre 555 partite di fronte a 28 milioni di spettatori in tutti gli stadi italiani, e ha raccolto fondi per una cifra che supera i 90 milioni di euro. Ventisei degli incontri disputati si sono trasformati in veri e propri eventi televisivi noti come “La Partita del Cuore”. Le sole ultime tre edizioni di questo appuntamento, trasmesse da Rai Uno, sono state seguite da oltre 970 milioni di telespettatori in tutto il mondo.

Contrassegnato da tag , , , ,

Nozze in fiera, eclatante successo nei primi tre appuntamenti

DC04C4C1-CC0A-4FED-A0B4-090E78782BA7Domenica 11 novembre si è concluso, al Salone Mediterraneo in San Marco Evangelista (CE), il primo step di tre appuntamenti con l’evento Nozze in fiera, grande successo dal primo al terzo giorno conclusivo che havisto guest star della serata l‘opinionista giornalista Alfonso Signorini e il defilé di alta moda di Antonio Notaro Luxury.

Al timone della serata la bravissima e spigliata presentatrice Magda Mancuso.

La grande organizzazione del Presidente Antimo Caturano ha lasciato tutti senza fiato, modelle bellissime coordinate dal direttore artistico Maurizio Cerillo.

Si riprende venerdì 16 novembre fino al 18 con nuove serate che vedranno come fiore all’occhiello sempre l’alta moda e la partecipazione di due meravigliose donne dello spettacolo, Cecilia Rodriguez e Francesca Cipriani.

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Vida Loca, lo show collettivo sbarca al Club Partenopeo

ECB3F800-0510-4357-97C3-E61939A147AC.jpeg

Vida Loca, lo show collettivo che trasforma i suoi ospiti in protagonisti sbarca a Napoli al Club Partenopeo, sabato 27 ottobre a partire dalle ore 23:30, in una location che si è trasformata in uno spazio capace di accogliere solo il meglio della night life partenopea, grazie alla sua nuova offerta artistica.
Vida Loca è un evento che va oltre il solito dj set o concerto di una star musicale, regalando al pubblico uno spettacolo collettivo che trasforma i suoi ospiti in protagonisti, ponendoli al centro della scena.
La sensualità e la bravura delle ballerine e dei ballerini si fondono alla perfezione con il ritmo della serata, trasformando il sound dei suoi djs Tommy Luciani, Giulia Alberti e tutti gli altri in uno show innovativo, capace di far interpretare dal vivo ai suoi performer hit e brani poco conosciuti ma capaci di far vivere qualcosa di diverso dalla solita ’serata in discoteca’.

1556CF89-BFAA-4CFB-828D-D3118BCFE942.jpeg

Grazie ai costumi, agli effetti scenici che stupiranno il pubblico e agli immensi cubi che daranno una nuova atmosfera alle location che ospiterà l’evento, Vida Loca porterà in scena un musical notturno tutto da vivere, con gli amici, con chi sia ama e sempre con il sorriso sulle labbra.
Un tour fatto di eventi che sanno mescolare effetti speciali, performance di ballo, dj set, live music, scenografia d’impatto, passando tra pop, reggaeton, hip hop ed r’n’b.
Uno dei party più ballati in Europa, che solo durante l’estate 2018 ha fatto muovere a tempo circa 140 eventi in tutto lo stivale e pure a Formentera.
La location
Il Club Partenopeo riapre le porte al suo pubblico e si trasforma puntando sull’essenza del proprio naming, composto dalle parole chiave Club: di respiro internazionale e associabile ad eventi, musica, intrattenimento e Partenopeo: tradizionale ma intrisa di storia, cultura, passione e solarità.
L’obiettivo di questa stagione e potenziare gli aspetti positivi del clubbing partenopeo promuovendo ancora una volta eventi musicali di qualità, sana aggregazione e, soprattutto, promozione del brand “partenopeo”, ovvero Napoli e le sue innumerevoli bellezze e aspetti positivi.
Il club proporrà alle associazioni e movimenti che lavorano per promuovere e tutelare la napoletanità di usufruire del club per diffondere le proprie iniziative, esponendo materiale informativo e spiegando al pubblico, prima degli eventi, il proprio operato attraverso interventi o presentazioni digitali.
Quando: Sabato 27 ottobre, ore 23:30
Dove: Club Partenopeo Via Coroglio 144, Bagnoli- Napoli

Contrassegnato da tag , , ,

Il ritorno di Samuel Holkins con la cover “Wasted Years”degli Iron Maiden

Samuel Holkins (3)Samuel Holkins noto artista musicale, punta ad un altro successo e si impone nuovamente sulla scena musicale nazionale.
Lo fa con una cover, “Wasted Years”, brano degli Iron Maiden che  in rete ha già superato le 20mila più di visualizzazioni. Si tratta di una coinvolgente versione elettronica/reggae che punta anche su di un bel video ambientato a Gaeta, dove campeggiano splendidi panorami ed efficaci murales.
Samuel Holkins è un nome che nasce dalla fusione della pronuncia volutamente falsata di quello di un altro artista famoso tra gli anni ’50 e ’60: Screamin Jay Hawkins. Si ripresenta efficacemente al pubblico, forte di una versione capace di coinvolgere con immediatezza: sta infatti conquistando una platea eterogenea, registrando senza sforzo una più che soddisfacente audience.
Originario di Formia, Samuel è stato cresciuto in Svizzera, dai genitori, entrambi italiani, trasferitisi per motivi di lavoro.
Orientato da sempre sulla Musica – passione  di famiglia, ereditata soprattutto dal padre batterista – già in età precoce, si lancia a capofitto da subito nella sperimentazione sonora attraverso l’uso dei tanti strumenti presenti a casa.
A determinare presto una scelta precisa da parte del giovanissimo musicista, è l’opportuna possibilità di usufruire tra i vari strumenti di una magnifica Pearl rossa che inizia ben presto a suonare con sempre maggiore interesse e passione.
Negli anni ‘90, forieri del grunge e del rock frenetico, il suo percorso musicale lo  porta dall’approccio dalla strumentisti alla individuazione recisa della sua autentica passione preponderante: il canto. In breve tempo diventa la sua attività prioritaria completandone la formazione artistica, che andrà man mano perfezionando.
Velocemente si impone nel settore, sulla critica e sul pubblico.
Le prime esperienze concrete siglano l’evoluzione di “Samuel Holkins”, Proseguendo sulla strada di successi tracciata da “Falsa La Verità” e da “Il santo”, arriva velocemente alla produzione di due album. Il primo è “Falsa La Verità”. È lui stesso a registrarlo, a Maranola, in provincia di Latina, mentre a missarlo è Davide Perrucchini (Verdena – Ulan Bator) a Bergamo.
I consensi più significativi non si fanno attendere e sono numerosi. Di lui di interessano gli addetti ai lavori e i mass media; le radio, circa 200, lo inseriscono nella loro programmazione è così ne decretano il successo.
Arriva pure un’interessante proposta da parte dell’etichetta discografica Music Force di Chieti che gli offre un contratto discografico per portare  avanti il suo progetto.
Pure il secondo album, intitolato “Il Santo”,   giunge in breve al successo, grazie anche alla indovinata presentazione al pubblico:
appena prima della sua uscita, nel febbraio del 2016, viene infatti allegato  gratuitamente a 4mila copie del quotidiano “Il Sannio”: questo accelera la conoscenza e la diffusione in zona e determina dunque il secondo boom dell’artista. Il brano riscuote arriva a imporsi presto:  magneticamente coglie l’attenzione del pubblico, catturata già in partenza dal video, particolarmente
trash, di denuncia politica. Si tratta di un’opera “contro”, dall’ impatto preso che garantito, firmata dal regista Antonio Zannone.
Per Samuel Holkins si apre un nuovo capitolo, con gli inviti che cominciano arrivare a raffica,  per partecipare ad importanti festival.
Va in apertura per Max Gazzè, Enzo Avitabile Bud Spencer Blues Explosion e al primo maggio di Chieti è con headliner gli Apres La Classes: quell’anno più di 10mila presenze.
Samuel è costretto però ad interrompere il suo percorso musicale anche se soltanto per un breve periodo, per problemi di salute.
Questo non lo ferma più di tanto: motivato e determinato a conquistare il successo, sceglie di riprendere anche se gradatamente, l’ attività.
Appena possibile, torna alle esibizioni live ed inoltre intraprende collaborazioni riuscite e si esibisce anche in altre formazioni nel Sud Pontino, continuando la sperimentazione già da tempo intrapresa e raggiungendo nuovi traguardi nell’evoluzione artistica. Riesce a raggiungere così altri tipi differenti di sonorità, puntando su Reggae e Dance Hall, Ukulele ed Elettronica.
Viene attratto dalla musica in lingua francese, della quale è madre lingua: è questa la sua nuova svolta, che segna l’inizio del periodo francofono.

Raggiunge in particolare un interessante mix di sonorità che rende maggiormente appetibile la sua offerta professionale e parallelamente favoriscono pure maggiori chance lavorative che Holkins valuta e coglie l’opportunità con sensibilità: propone le sue nuove idee sonore a KMas, Cosmo Masiello, raccogliendo una risposta decisamente positiva e ne conquista pure la fiducia: tanto da prendere la decisione di produrre i nuovi brani proprio insieme a Samuel, con la nuova etichetta KMas Music.

Inizia così una nuova avventura.

Iron Maiden – Wasted Years (Samuel Holkins Cover)
https://www.youtube.com/watch?v=d0iF_PLNA9w

Contrassegnato da tag , , ,

A San Giorgio a Cremano inaugura il centro Permaflex più grande dell’area vesuviana

centro permaflex san giorgio a cremano

Big opening a San Giorgio a Cremano, dove, sabato 8 settembre dalle ore 19, ospiti illustri, tra imprenditori, autorità istituzionali e giornalisti, sono attesi per l’inaugurazione del centro Permaflex più grande dell’area vesuviana. Trattasi di un nuovo store che l’azienda leader a livello internazionale nella realizzazione e vendita di materassi di alta qualità, aprirà nella cittadina ai piedi del Vesuvio in Viale Formisano n.60.

Per l’occasione si terrà un grande party con musica dal vivo e buffet con free bar a cui è stata invitata l’intera cittadinanza. Il megastore è di proprietà e sarà gestito dal gruppo “Lamanna Sabato” azienda attiva sul territorio sangiorgese dal 1958 dove opera con maestria nel campo della elettronica, della tecnologia e della vendita di oggetti per la casa. Guidata dall’amministratore Michele Lamanna, l’azienda famigliare è riuscita in tutti questi anni a diventare un punto di riferimento per tutta la provincia di Napoli, tanto da essere designata dal gruppo Permaflex come referente per la vendita esclusiva in zona di materassi di ultima generazione. Presso lo store Permaflex Lamanna saranno subito disponibili i materassi Permaflex della linea Absolute, tra cui il materasso Orthopedic, sviluppato per garantire durante il riposo una perfetta morfologia vertebrale, e dunque ideale per alleviare i dolori e i problemi alla schiena; e il materasso Performance, ideato per gli sportivi perché consente un adeguato recupero tra gli allenamenti e le gare grazie all’impiego di una tecnologia denominata Vigor, che agisce in maniera importante sul microcircolo e favorendo oltremodo: scarico di tensioni muscolari; rigenerazione cellulare; postura corretta della colonna vertebrale; smaltimento sostanze tossiche; ossigenazione muscolatura; riduzione del dolore muscolare e miglioramento circolazione. Il gruppo Lamanna Sabato ha lanciato in occasione della apertura del megastore una iniziativa promozionale: ovvero ai primi 30 clienti che acquisteranno un materasso della linea Absolute sarà dato in omaggio un Iphone (modello 8 o modello 7).

Contrassegnato da tag , , , , ,

“Bella Storia-Social Music Festival”: l’evento cult della scena indie italiana-Conducono i The Jackal

Venerdì 10 e Sabato 11 Agosto andrà in scena al Poli Feristico di Venticano (AV) “Bella Storia-Social Music Festival”, l’evento cult della scena indie italiana
andrà in scena venerdì 10 e sabato 11 agosto al Polo Fieristico di Venticano di Avellino.

Una kermesse musicale innovativa che punta su artisti leader della scena nazionale ed internazionale: Skin, Ghemon, The André, Coma Cose, Nitro, Nu Guinea, Wrongonyou, Savastano, Willie Peyote, Frah Quintale, Moda Loda Broda, Quentin 40, Frenetik & Orange, Zulu e tanti altri.

A condurre Bella Storia-Social Music Festival saranno i THE JACKAL, star assolute del web e icone dell’intrattenimento digitale, che attraverso le loro immancabili performance ironiche e surreali coinvolgeranno il pubblico rendendolo uno dei protagonisti dell’evento.

Due saranno i palchi dedicati alla prima edizione di questo evento che può contare su un’area capace di ospitare fino a 5mila persone, impreziosita da un’area food and drink con tre postazioni bar, una pizzeria, stand enogastronomici di qualità, intervallati da una relax zone in cui rilassarsi e godere dell’aria pulita dell’Irpinia.

Attiva anche un’area gaming: spazio ludico dedicato agli appassionati di videogames.

La manifestazione musicale sfrutterà al meglio la suggestiva notte di San Lorenzo, venerdì 10 agosto, grazie ai telescopi di ASTRO – Atripalda che messi gratuitamente a disposizione guideranno gli amici del festival verso le stelle e l’immensità dell’universo.

Bella Storia si contraddistingue anche per essere un festival assolutamente “social” che mira ad aggregare un vastissimo pubblico.

L’ evento è stato ideato dall’associazione culturale Invasioni17, mentre la direzione artistica è stata affidata a Felice Caputo titolare del «Tilt – tattoo bar events», uno spazio socio-culturale di promozione musicale che si è imposto in Italia come punto di riferimento dei generi musicali che saranno proposti nella due giorni del festival: indie, trap e alternative rap.

«Un accostamento di parole tanto semplice quanto potente. Un modo gergale per sottolineare qualcosa di imperdibile, di piacevole, di riuscito in pieno. Ed è proprio da questo assunto che nasce Bella Storia Social Music Festival, un momento speciale e fuori dall’ordinario da offrire ad una terra che pullula di vitalità inespressa» spiega Felice Caputo.

30 ore di musica ininterrotta all’interno di un’area backstage di notevole ampiezza farà da collante tra i grandi artisti che calcheranno i due stage, motori di un evento musical che regalerà al suo pubblico belle storie fatte di concerti e momenti di sana aggregazione socio-culturale.

Il primo Social Music Festival Italiano

“Bella Storia” nasce da un accostamento di parole tanto semplice quanto potente ed immediato rimanda subito ad un momento o a un contesto piacevole da non perdere assolutamente.

Si tratta del primo vero Social Music Festival italiano e la sua forte connotazione social ha una duplice accezione.

Social, attraverso la sua comunicazione crossmediale, accattivante e coinvolgente e altrettanto social dal desiderio di creare un momento indimenticabile e di reale interazione, aggregazione e scambio fra persone che giungeranno da ogni parte del paese.

La line up che propone è frutto di una meticolosa ricerca, realizzata grazie allo studio delle ultime tendenze della musica pop.

Ricerca che ha spinto gli organizzatori verso una selezione accurata dei migliori artisti delle principali indie label discografiche italiane.

Un social festival musicale che prenderà corpo attraverso una vera e propria “festa” di 2 giorni che riunirà una grande comunità di appassionati di buona musica e smaniosi di condividere assieme ad amici e nuove conoscenze cultura, divertimento e tante belle storie.

A supporto dell’organizzazione si è unita l’esperienza dei founders del 35mm, fulcro della nightlife avellinese, dell’Ufficio K, agenzia che organizza e promuove eventi musicali da oltre 15 anni, del Dreamers Studio, società specializzata in event management consulting e dell’Irpinia street Mood, associazione impegnata nella valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche irpine in chiave street food a cui è stata affidata la gestione dell’area food & beverage.

BELLA STORIA «Social music festival» sarà patrocinato dal Comune di Venticano e avrà come main sponsor Chime e si avvarrà di sponsor tecnici come «Ceres» e «Red Bull», che impreziosiranno il festival con tanti gadget.

Insomma, sarà proprio una #BellaStoria!

La location

Un’intuizione figlia di una “lucida follia” ha partorito l’idea di dare vita a un festival nel cuore dell’Irpinia, capace di far emergere tutta la vitalità e la cultura di questi luoghi, rappresentando di anno in anno un momento di incontro irrinunciabile per tutto il Sud Italia e per l’intero Paese.

La location che accoglierà “Bella Storia” sarà Il Polo Fieristico di Venticano in provincia di Avellino.

La scelta della location, frutto di un accurata selezione, tiene conto della strategica posizione geografica della località, dotata di un’uscita autostradale dedicata, è posta al centro fra Campania, Molise, Puglia e Basilicata.

Uno spazio concepito e logisticamente adibito per ospitare manifestazioni di largo richiamo, scelta ideale per la migliore ricezione delle 5.000 presenze attese.

Info Utili

I biglietti per partecipare a «BELLA STORIA» sono in vendita sui circuiti Ticket One e Go Due.

Il costo del singolo ticket è di 20€ più diritti di prevendita.

Il prezzo dell’abbonamento per i due giorni del festival, invece, sarà di 33€ a cui andrà aggiunta la prevendita.

Dove: Ingresso al Polo fieristico di Venticano da via del Foro (AV)
Quando: Apertura porte a partire dalle ore 16

Contrassegnato da tag , , , , ,

ANDREA RICCIO DIRETTORE ARTISTICO PER IL PARTY #MIZZICA50 DI MARIA GRAZIA CUCINOTTA

Si è tenuta pochi giorni fa, presso Villa Appia Antica, l’esclusive party per i 50 anni della regista e produttrice Maria Grazia Cucinotta.

Cannoli, maioliche, pupi, limoni e carretti: un’ atmosfera siciliana ricostruita ad hoc dall’architetto e scenografo Andrea Riccio, Ceo & Founder di Wedding Solution, che ha curato nei minimi dettagli l’evento esclusivo intitolato “Mizzica 50”.

La Cucinotta ha spento 50 candeline circondata dagli amici di sempre e insieme al marito, l’imprenditore e produttore Giulio Violati, e alla figlia Giulia.
Fasciata in un abito oro realizzato da Myriam Maraziti, la Cucinotta ha ricevuto circa 300 ospiti.


Tra i vip amici presenti, Vittoria Belvedere, Pino Strabioli, Sabrina Impacciatore , Arianna Ciampoli e Valeria Graci, Laura Chimenti, Craig Warwick, Jacqueline Savio, Enzo Gesmundo, segretario generale Coldiretti, Mirca Viola, Claudia Manari, Fabrizio Maffei e la moglie Roberta Maffei, Angelo Peruzzi, Igli Tare della Lazio Calcio, Salvatore Petrillo, Roberto Chiovitti, Cristiano Capponi, Vira Carbone, Paolo Genovese e Gabriella Germani. Sotto l’ occhio vigile del suo amico e ufficio stampa da trenta anni, Angelo Perrone, Maria Grazia ha tagliato emozionatissima la torta.
Per il big event si è mobilitato un grande staff di professionisti tra designer, fioristi, scenografi e chef, provenienti da tutta Italia, coordinati e guidati dall’architetto e scenografo Andrea Riccio, imprenditore del brand “Wedding solution” con all’attivo numerosi eventi organizzati in tutto il mondo per personaggi noti dello star system o del mondo della moda, che è stato direttore artistico della festa “Mizzica 50”.

Per l’occasione, hanno lavorato al suo fianco: l’event designer Paola Cacciani Le Bonheur; i fioristi Sonia Luongo e Deborah Castiglia; Ottavio Sorrentino per il catering “exclusive catering”; Flair bartenders’ school e animazione di Opera Circus con Pic Solution al dj set e sicurezza di Secur Planet e Music Up Agency per l’intrattenimento musicale. Infine tre partners pugliesi come Di Pierro, Tratti d’Amore e il Frantoio D’Orazio. Outfit dello staff: Rafaela D’Onofrio.


Cake designer: “Dolce Alice” per la torta fatta in onore della festa ‘Mizzica 50’ mentre Nicola Fisconaro ha realizzato una cassata siciliana.

Photo and Video Credits: Angela Acanfora

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

ANDREA RICCIO DIRETTORE ARTISTICO DEL PARTY #MIZZICA50 DI MARIA GRAZIA CUCINOTTA

Cannoli, maioliche, limoni e carretti: atmosfera siciliana in allestimento per il party di compleanno dell’attrice, regista e produttrice Maria Grazia Cucinotta, che si appresta a spegnere 50 candeline circondata dagli amici di sempre. Il big event, in una villa della Capitale su cui ancora vige il “top secret”, si terrà domenica 29 luglio.

Per l’occasione si è mobilitato un grande staff di professionisti tra designer, fioristi, scenografi e chef, provenienti da tutta Italia, che saranno coordinati e guidati dall’architetto e scenografo Andrea Riccio, direttore artistico della festa il cui titolo sarà “Mizzica 50”.

Riccio, imprenditore del brand “Wedding solution” con all’attivo numerosi eventi organizzati in tutto il mondo per personaggi noti dello star system o del mondo della moda come lo stilista Antonio Riva e già curatore degli allestimenti delle feste promosse a Napoli dalla rivista I’M, è stato ideatore di tutto il format che prenderà vita domenica a cui si prevede prenderanno parte centinaia di volti noti del cinema e della tv.

Per l’occasione, lavoreranno al suo fianco: l’event designer Paola Cacciani; i fioristi Sonia Luongo e Deborah Castiglia; Ottavio Sorrentino per il catering salernitano “exclusive catering” ; Flair bartenders’ school e animazione di Opera Circus con Pic Solution al dj set. Infine ci saranno tre partners pugliesi come Di Pierro, Tratti d’Amore e il Frantoio D’Orazio. La torta della Cucinotta verrà infine realizzata da “Dolce Alice”.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,
Annunci