XX FIERA CITTÀ DI SANT’ANTONIO ABATE E XXXVII SAGRA DELLA PORCHETTA

  

Grandi festeggiamenti a Sant’Antonio Abate (NA), anche dopo l’Epifania,
che in occasione della festa dedicata al Santo Patrono, si festeggerà per ben due settimane.
Quest’anno dal 15 al 24 gennaio, in Via Lettere, con un ricco programma di spettacoli, un’area espositiva, un’area dedicata all’enogastronomia e alle tipicità locali, ed una dedicata agli spettacoli. Gli orari: dal lunedì al sabato dalle 16:00 alle 22:00; la domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 22:00.
Anche le strade circostanti saranno animate, per tutto il periodo della fiera, da mercatini e postazioni per lo street food. La storia dello street food affonda le sue radici nella cultura napoletana, talmente radicata da concretizzarsi nei vicoli e nelle piazze colorando ogni angolo: quest’anno gli organizzatori della fiera (Be Bang Srls) hanno deciso di mettere in risalto questa filosofia di vita creando un marchio ad hoc per la manifestazione.

Non poteva mancare, ad inaugurare l’evento, un personaggio noto a Sant’Antonio Abate e non solo grazie anche agli episodi del famoso programma televisivo Real Time “Il Boss delle cerimonie”: Antonio Polese, accompagnato dal suo fidato staff.
L’ingresso alla fiera è gratuito!


IL SANTO

Antonio Abate è uno dei più illustri eremiti della storia della Chiesa. Nato a Coma, nel cuore dell’Egitto, intorno al 250, a vent’anni abbandonò ogni cosa per vivere dapprima in una plaga deserta e poi sulle rive del Mar Rosso, dove condusse vita anacoretica per più di 80 anni: morì, infatti, ultracentenario, nel 356. Già in vita accorrevano da lui, attratti dalla fama di santità, pellegrini e bisognosi di tutto l’Oriente. Anche Costantino e i suoi figli ne cercarono il consiglio. La sua vicenda è raccontata da un discepolo, Sant’Atanasio, che contribuì a farne conoscere l’esempio in tutta la Chiesa. Per due volte lasciò il suo romitaggio. La prima per confortare i cristiani di Alessandria perseguitati da Massimino Daia. La seconda, su invito di Atanasio, per esortarli alla fedeltà verso il Conciliio di Nicea. Nell’iconografia è raffigurato circondato da donne procaci (simbolo delle tentazioni) o da animali domestici (come il maiale), di cui è popolare protettore. Sant’Antonio Abate è anche il patrono di alcune località italiane, che in suo nome organizzano importanti feste, nelle quali gli animali sono sempre protagonisti. Classicamente le icone hanno sempre rappresentato il Santo in compagnia di un maiale con una campanella al collo, da qui la tradizione di benedire inizialmente solo i maiali, che con il passare del tempo poi si è allargata a tutti gli animali domestici.

LA TRADIZIONE

In origine, i festeggiamenti in onore del Santo (che da secoli secondo la tradizione ha il potere di guarire e proteggere dalle malattie) erano legati in particolare alla fiera e benedizione degli animali. Altro elemento a cui il Sant’Antonio è associato è il fuoco: alla vigilia della festa del Santo è di tradizione l’accensione del cippo, un colossale fuoco alimentato da rami d’ulivo nel quale tutti i fedeli sono tenuti a lanciare bigliettini contenenti peccati da ardere nel fuoco, attorno al quale si balla e si intonano canti della tradizione popolare locale (in particolare letammurriate). L’apice delle celebrazioni si raggiunge il 17 gennaio, giorno dedicato appunto alla memoria del Santo, durante il quale le strade si popolano di venditori ambulanti e l’affluenza alla sagra e alla fiera campionaria diventa massima. Suggestivo anche il rito della benedizione degli animali domestici da parte dei parroci. Durante la giornata, poi, ha luogo la grande processione religiosa in onore di Sant’Antonio.

  

IL PROGRAMMA (PRIMA SERATA > SPETTACOLO):

VENERDI’ 15
Inaugurazione con “Il Boss delle cerimonie” (Don Antonio, Matteo, Davide, Ferdinando).
Studio di Danza Lady Mary presenta “STELLE NASCENTI”.
SABATO 16
Spettacolo itinerante in strada. Ospite della serata: Giovanni Rana. A seguire “La Paranza Popolare”.
DOMENICA 17
Serata Danzante “Ballo Liscio in Fiera” ed esibizione della band OVG.
LUNEDI’ 18
Serata Musicale a cura del coro “Enrico Forzati”. A seguire Gerardo Amarante e gli SPACCAPAESE.
MARTEDI’ 19
Convegno Donazione Organi . Esibizioni: Gigi e Ross – Gino Fastidio.
MERCOLEDI’ 20
Teòria – Tommaso Primo in “Fate, Sirene e Samurai” live tour.
GIOVEDI’ 21
Serata Musicale a cura del coro “Mosè Mascolo” – Tony Tammaro e la sua band.
VENERDI’ 22
“Progetto Musica” a cura dell’istituto De Curtis – La Maschera in “O vicolo e’ l’alleria” live tour.
SABATO 23
Esibizione dei ragazzi di “Io Canto” e “Ti Lascio una Canzone” – Serata Begital: Gli Atleti.
DOMENICA 24
Intrattenimento a cura del Coro del Centro Anziani – Karaoke con Radio Stereo 5.
 

INFO
:
XX FIERA CITTÀ DI SANT’ANTONIO ABATE E XXXVII SAGRA DELLA PORCHETTA
Via Lettere, 80057 Sant’Antonio Abate (NA)
Gli orari: dal lunedì al sabato dalle 16:00 alle 22:00; la domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 22:00.
Ingresso gratuito.
E-mail: info@fierabatese.it Web: http://www.fierabatese.it Tel: 333 90 43 960
Fb: Fiera Sant’Antonio Abate e Sagra della porchetta
https://www.facebook.com/Fiera-SantAntonio-Abate-e-Sagra-della-porchetta-1576650272552529/?fref=ts
Media Partner: CamCampania – http://www.camcampania.it

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: