Gift & Chic: L’Evento innovativo del gruppo Connessioni Creative

  

Per il Natale alle porte, ampio spazio alla creatività con  “Gift & Chic” un grazioso evento che si terrà sabato 19 dicembre dalle ore 16.00 alle ore 22.00 presso il Villino Manina di Napoli in Vicoletto Cimarosa, 5 – organizzato dal gruppo di giovani  menti creative napoletane “Connessioni Creative”.

Gift& Chic è aperto al pubblico e mira a promuovere la creatività, gli oggetti fatti a mano e il Made in Italy di 13 creative partenopee. L’occasione giusta per apprezzare l’artigianalità del Made in Naples e scegliere dei regali di Natale unici ed originali.

Durante l’evento, sarà possibile ammirare ed acquistare gli abiti in plissè di Alessandra Papoff; bijoux, oggetti di design ed accessori realizzati con materiali di riciclo di Doriana Napoli, Elena Manocchio, Giuseppina Saccone, Monica Iacapraro e Raffaela Pastore; l’artigianato artistico di Euridice Grassi; gli abiti su misura da cerimonia di Gabriella Gitto; le ceramiche di Gabriella Ricci; i bijoux romantici di Maria Leone; gli abiti dal gusto vintage e dallo stile retrò di Eleonora Esposito; bijoux ed accessori moda realizzati con stampanti 3D di Paola Cirino; i quadri multisensoriali creati abbinando diverse consistenze di cibi di Sarah Liberti.

Si tratta di oggetti assolutamente unici ed esclusivi, dai capi di abbigliamento sartoriali su misura totalmente fatti a mano, ad accessori o bijoux dal gusto ricercato agli oggetti di design assolutamente unici per un pomeriggio all’insegna dell’handmade tutto partenope.

L’evento nasce dalla collaborazione di 13 donne che hanno in comune una cosa: la creatività.

Ognuna di loro ha una sua storia ed già maturato in modo individuale una propria esperienza professionale. Si sono incontrate durante il percorso formativo del Vivaio Donna indetto dal comune di Napoli per promuovere l’imprenditorialità femminile ed hanno deciso di unirsi per promuovere insieme le loro creazioni formando il brand “Connessioni Creative”.

Vi aspettiamo quindi il 19 dicembre presso il villino Manina dalle 16:00 alle 22:00, per mettere in mostra un total look di lusso e molto raffinato.

Durante l’evento saranno effettuate delle piccole dimostrazioni dal tema natalizio: spunti creativi per suggerire idee fatte a mano per un’originalissima tavola di Natale, un po’ di consigli sulle ultime tendenze ed una ripassata al galateo, per sistemare ad hoc posate, piatti e bicchieri per un perfetto table setting natalizio. Si terranno anche dei tutorial consigli per un make up tutto Natalizio o per Capodanno. Sarà inoltre possibile degustare anche un piccolo rinfresco per gli ospiti.

La partecipazione è totalmente gratuita.

 

Questo il programma della giornata:

Ore 17.00 Tutorial per l’allestimento della tavola Natalizia a cura di Maria Leone

Ore 18.00 Tutorial per il make up di Natale a cura di Sveva Bilancia

Ore 19.00 Tutorial per l’allestimento della tavola Natalizia a cura di Maria Leone

Ore 20.00 Tutorial per il make up di Natale a cura di Sveva Bilancia
 Il gruppo Connessioni Creative è composto da:

Alessandra Papoff, con la sua linea di creazioni di moda e accessori caratterizzati dal plissé, dalla qualità dei materiali e dalla rifinitura sartoriale. La tecnica per imprimere su tessuto pieghe, piatte, a fisarmonica, in filo diritto di sbieco, ad onde, stelle, diamanti o zig zag è il patrimonio che la sua famiglia si tramanda da generazioni. Ha affiancato la tradizione di famiglia a studi da modellista e sviluppatrice da figurino, lavorando per venticinque anni nella sartoria di famiglia, imparando il “mestiere” sul campo da sarte generose che le hanno regalato la loro esperienza, di cui ho fatto gelosamente tesoro. A cinquant’anni ha deciso di rimettermi in gioco e si è lanciata in questo nuovo progetto.

Doriana Napoli, che realizza bijou utilizzando la plastica proveniente dalla raccolta differenziata, minuteria metallica anallergica, pietre dure e metalli semipreziosi come rame e ottone. Ripropone, rivisitati in una chiave più moderna, alcune miniature, i cui calchi, realizzati da suo padre, hanno ispirato questa produzione. Stralci dei tracciati viari del centro antico sono stati riportati su lastre di plexiglass e “ornati” con le miniature di terracotta dipinta che riproducono quelle chiese e palazzi che, come gioielli d’arte, punteggiano il tessuto urbano della città. Questa produzione è dedicata a suo padre, artista eclettico e generoso, e alla città di cui porto il nome.

Elena Manocchio, che produce lampade di design “Ready-made” realizzate partendo da oggetti comuni (una pentola, uno scolapasta, un portaposate, un tubo idraulico, ecc.) rifunzionalizzati attraverso un processo creativo gioioso e ludico. Storico dell’Arte per vocazione, designer per genetica, da sempre si diverte a creare oggetti con le sue mani nella folle ambizione di costruirsi da sè il mondo che vorrebbe.

Eleonora Esposito, stilista di moda, vintage buyer, stylist, figurinista ed eterna sognatrice. Le sue creazioni, che definisce “Handmade Couture”, sono capi fatti su misura dallo stile retrò, con un gusto di inspirazione vintage, abiti con chiari riferimenti alla moda del passato , ma utilizzando linee pulite con una particolare attenzione ai dettagli, sia nei tagli che nelle forme, ed ai materiali sempre di alta qualità come il cady di seta, lo chiffon, satin di seta, taffetà, pizzo sangallo, macramè.

Euridice Grassi. Da molti anni si occupa di artigianato artistico inteso come trasformazione e riutilizzo di materiali vari attraverso tecniche di decorazione. La spinta creativa le ha permesso di spaziare in vari ambiti del”fatto a mano”, dal cucito alla pittura, dal piccolo restauro al decoupage, dalla creazione di gioielli a quella di accessori. Bjoux con componenti realizzati in argilla decorati con la tecnica del decoupage, che riproducono soggetti artistici. Sarà presente una collezione ispirata al periodo Liberty, in tema con il Villino Manina che ospita la manifestazione.

Gabriella Gitto, dopo uno stage di 6 mesi nell’ufficio stile di Fausto Sarli, ha conseguito il diploma triennale di Stilista di moda e Responsabile Prodotto presso l’Accademia di Alta moda Koefia. Realizza abiti totalmente ideati e realizzati a mano su misura. Ideali per cerimonie, serate importanti, abiti da sposa, o semplicemente per sere mondane. Per dare un tocco ancora più prezioso i suoi capi sono arricchiti da raffinati ricami cuciti a mano.

Gabriella Ricci, dopo gli studi classici si laurea in architettura e si perfeziona in arredamento, architettura di interni e design. Dal 2009 si dedica all’artigianato artistico, inizia a lavorare la ceramica sperimentando varie tecniche prima come hobby poi con una produzione di oggetti di design per la casa, pezzi unici o a tiratura limitata, venduti a privati e presso negozi. Produce oggetti di ceramica in argilla, refrattaria, caolino; decorati con tecnica raku, smalti, ingobbi, colori sotto cristallina; bomboniere alternative, utensili per una tavola personalizzata, accessori per la casa ricercata e unica: lampade vasi sculture quadri; pezzi unici o prodotti in serie limitata e comunque sempre diversi proprio perché interamente fatti a mano, con forme a volte più classiche e romantiche, a volte innovative e plastiche, a volte con un forte richiamo alla tradizione partenopea.

 

Giuseppina Saccone, riutilizza, decontestualizzandoli, materiali ed oggetti sia di provenienza vintage che attuali quali cerniere lampo, i merletti, il PET, i bottoni, i tessuti ed il legno, le spille da balia, etc. attraverso la tecnica dell’upcycling, processo di recupero e trasformazione di materiali che non hanno più alcun pregio, in nuovi oggetti il cui valore aggiunto è dato dalla creatività manifestata nell’impiego degli stessi. Si tratta di un’attività diversa dal riciclo propriamente detto, che invece comporta la necessità di riportare la materia allo stato grezzo prima di essere reimpiegata. I materiali di base sono prelevati da oggetti della vita quotidiana e tradiscono in maniera anche evidente la loro natura all’interno del contesto del tutto diverso nel quale entrano a far parte, come ad esempio quello della bigiotteria. Un classico esempio è dato dai componenti degli orologi meccanici (cassa, quadrante, ingranaggi, ecc.) i quali una volta terminata la loro vita funzionale possono diventare gadget di notevole contenuto estetico.

Maria Leone, architetto, collabora con studi di progettazione come disegnatrice e lavora come grafico freelance, propone bijoux ed accessori moda dallo stile romantico ma contemporaneo, adatto ad una donna in cerca di accessori originali e di gusto per arricchire i suoi outfit e che, pur seguendo la moda e le sue tendenze, non ne è assolutamente vittima.

Monica Iacapraro, stilista e modellista di capi femminili, ha la mania di conservare tutto, dal bottone della nonna al più piccolo scampolo di stoffa, dal tappo alla zip e così via. Parte dal riuso creativo di materiali, tessuti e capi di abbigliamento, che ricontestualizzati sono capaci di esprimere equilibrio tra proporzioni ed emozioni, e di rispondere all‘esigenza sempre più crescente nella donna, di discostarsi dalla massificazione, puntando all’unicità del capo fatto a mano, personalizzato. Ecco che una zip diventa collana, una giacca si trasforma in borsa , una maglia in cappello. La collezione presentata per questa stagione punterà sull’ accessorio : grande protagonista della moda: Collo sciarpa , scalda spalle : in lana , maglina , vigogna ; Cappello cloche double-face ; Borsa di feltro con intarsi ; Collana di stoffa e lana; Collana di zip.

 

Paola Cirino, dopo diversi anni di esperienza lavorando in agenzie di comunicazione e studi grafici di Napoli ha deciso di lavorare in proprio ed attualmente realizza bijoux ed accessori moda dal design contemporaneo, realizzati con stampanti 3D. Forme astratte e materiali innovativi si incontrano con metodi di finitura e di assemblaggio artigianali. Ogni oggetto viene rifinito a mano con la massima cura ed è unico o prodotto in serie limitata.

Raffaela Pastore, lancia il progetto “Affar-t moda e accessori” per la trasformazione, ridefinizione e rinnovazione di diversi materiali da inserire nel settore della moda. Modelli e materiali innovativi che si fondono insieme per ricreare un design elegante e sobrio.

Tendenza e sostenibilità coniugate nel Transformation Design, un servizio alle imprese e ai creativi di ogni tempo. Affar-t, infatti, oltre ad essere una linea di moda, si rivolge anche ad artigiani, negozianti o chiunque abbia necessità di trasformare la propria attività per reinvestire un capitale già speso (come giacenze di magazzino, merci in esubero da trasformare, rinnovare e vendere nella propria attività), ottenendo così una nuova opportunità di guadagno. Ma è anche un’opportunità formativa da spendere nel sociale, rivolta a tutti coloro che desiderano acquisire le tecniche sartoriali e di riciclo creativo.

 

Sarah Liberti, è laureata in scienze chimiche, ma ha sempre coltivato la passione per le arti manuali lavorando. Ha creato il marchio VAZA, acronimo di Vitamine Amminoacidi Zuccheri e Acidi grassi, molecole fondamentali alla base della vita che compongono noi e tutto ciò di cui ci nutriamo per rappresentare le sue creazioni realizzate a mano utilizzando materie prime di origine alimentare (semi commestibili, buccia e semi di frutta, diverse varietà di legumi, verdure, diverse varietà di riso, spezie ecc.). Le creazioni VAZA evocano i dolci sapori e i vivaci colori della cucina tradizionale ed esotica. L’idea è quella di creare un oggetto che metta in risalto la bellezza di tutti quei cibi che normalmente mettiamo a tavola e osserviamo solo per pochi minuti. L’evento del 19 dicembre vedrà esposta la linea di quadri multisensoriali: quadri materici creati abbinando diverse consistenze di cibi, da polveri a grani, da fettine a cubetti. I profumi e i colori saranno un piacere per i sensi.

 

 

 

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: