Giuseppe Cossentino si racconta attraverso il “Radiodramma”

 Intervista a cura di MARCO ADDATI

 

Giuseppe Cossentino  Sabrina Ciferri

L’idea di rispolverare il radiodramma è risultata vincente per Giuseppe Cossentino ( nella foto di Sabrina Ciferri) Questa forma di intrattenimento nata intorno alla fine degli anni ’20 in Inghilterra, ottenne notevole successo anche da noi in Italia per poi lasciare il passo ai nuovi mezzi di comunicazione quali cinema e televisione.

Un genere che rivestito di tutto punto e diffuso attraverso internet e i vari social e siti ha dato a questo giovane autore l’occasione per raccontare al grande pubblico le storie da lui scritte che sono diventate appuntamenti fissi e di grande successo. Abbinando un’ottima sceneggiatura ad una narrazione accattivante e ad un cast di bravi attori il cocktail per il successo è garantito.

“Passioni senza fine”, segna il debutto di Giuseppe Cossentino come sceneggiatore e regista e da qui un crescendo di successi che il pubblico gli conferisce seguendolo in ogni sua nuova avventura.

 

Quando e come ti e’ venuta l’idea di rispolverare il radiodramma?

 L’idea del radiodramma mi è venuta nel lontano 2009 con la prima stesura di sceneggiatura di “Passioni Senza fine” che ad oggi è diventato il primo ed unico radiodramma italiano sul web, facendomi diventare un pioniere del genere. L’iniziativa era quella di recuperare una forma d’arte, dimenticata da ben quarant’anni dalle radio tradizionali e condirla di innovazione con il new media, la rete per l’appunto. Non mi aspettavo che questo genere di progetto, in cui è la voce la protagonista, mi avrebbe dato tanta popolarità. Dopo “Passioni Senza fine” sono nati “Clan”, “Intrigo” e il radiodramma brillante che rientra nel genere Sketch comedy “ Assunta & Gennarino con l’interpretazione eccellente di Maria Rosaria Virgili e la naturalezza di Luca Marano. Prodotti che mi hanno dato tanti ottimi risultati.

Hai trovato qualcuno all’inizio  che non ha creduto in questo progetto?

Si, e non pochi. Molti hanno tentato di osteggiare questo progetto perché veniva visto come un potenziale pericolo, essendo un’iniziativa nuova ed originale. Purtroppo sono un tipo di autore e sceneggiatore con una mentalità tutta sua, aperta e molto “all’americana” al quale piace sperimentare e inventare cose nuove. Mi annoia fare sempre le stesse cose, questo lavoro è fatto di stimoli e divertimento.

Come nasce una puntata di Passioni senza fine?

Nasce mettendo insieme attori professionisti scelti da tutta Italia per connotare il prodotto come “Italiano Doc” e permettere ai nostri artisti di far apprezzare le loro qualità di professionisti. Gli attori registrano in sala o in home studio con appositi mezzi digitali e professionali sotto la mia attenta direzione registica. Il tutto su miei copioni originali e inediti.

 Cosa vuole raccontare di se Giuseppe al pubblico?

Giuseppe vuole raccontare al pubblico che è un ragazzo semplice, nonostante la popolarità e il successo di cui è stato “ vittima”. E’ un sognatore, romantico, idealista ed altruista che ama il suo lavoro nel quale mette cuore e lo fa divertendosi come il primo giorno. Ma credo che dopo 10 anni di carriera, il pubblico lo abbia capito  e per questo lo premia.

Qual’è la tua formazione artistica?

Sono sempre stato appassionato alla scrittura creativa e da qui l’idea di iscrivermi e diplomarmi alla scuola Internazionale di Comics di Napoli, Accademia delle Arti figurative e digitali presso il corso di sceneggiatura per Entertainment Media. Ho seguito un workshop di sceneggiatura cinematografica con Heidrun Schleef, una delle sceneggiatrici di punta del cinema italiano d’autore.

 

Quanti progetti hai realizzato?

In questo tempo davvero tanti e tutti mi hanno riempito di soddisfazione. Nel 2011 è nato il radiodramma sul web ” Passioni Senza fine” la soap opera che ha fatto da apripista e che mi ha fatto meritare l’appellativo dalla stampa  ”l’autore che porta il radiodramma italiano nel mondo”. Dopo questo successo creo  la webseries in video ” Scandali” e il pilot per la tv ” Charme”.

Autore, sceneggiatore e regista di radiodrammi come “Clan” , “Bello di Mamma” e “Intrigo”. Debutto come regista per il corto “Napoli nel cuore”. Impegnato in questi giorni con il radiodramma sul web “ Assunta e Gennarino” commedia brillante, una sit com divertentissima. Infine ho fondato una rivista online ” ITALY IN THE WORLD” il cui intento è parlare dei talenti nostrani conosciuti e non. Insomma ne ho realizzati un bel po’…. ma conto di mettere in piedi nuove idee.

Vorresti trasportare i tuoi lavori dal web alla tv e al cinema?

Beh è il sogno di qualsiasi sceneggiatore o regista. Certo che si, anche se mi considero uno prestato al cinema e alla tv. Ho fatto lavori di web series come Scandali, Charme e il corto “ Napoli nel Cuore” del quale ho curato la sceneggiatura e la mia prima regia. Ma oggi come oggi, vista l’evoluzione del web non è detto che tv e cinema siano i mezzi di comunicazione più importanti. Considero questo new media il mio habitat naturale dove ho la possibilità di esprimere tutta la mia arte, in piena libertà.

 

Quanti riconoscimenti hai ricevuto per le tue opere e cosa rappresentano per te?

Ricordo a 19 anni ricevetti una menzione d’onore per un concorso letterario internazionale di narrativa per la sezione giovani con la Napoli Cultural Classic, con il racconto ” Dopo il Perdono” Tra i premi più importanti quello alla Carriera Nazionale Alfonso Gatto 2014 e il premio nazionale “Un’Orchidea nel deserto, come giovane talento della sceneggiatura italiana, Il Premio alla Carriera Pomigliano D’Arco. Ho poi vinto 3 Oscar ai Rome Web Awards 2015, con il copione del corto “Napoli nel Cuore” come Miglior Sceneggiatura, con la storica radiosoap “Passioni Senza fine come Miglior Web Soap ed un Oscar onorario alla Carriera. Con Assunta e Gennarino ho vinto il World Web Independent Awards 2015, premio a livello mondiale come miglior serialità italiana, europea e al mondo. E non posso non citare il premio fedeltà del pubblico che mi segue e mi apprezza per il mio lavoro, questo mi rende tanto orgoglioso. Sicuramente questi premi mi spronano ad andare avanti e dare sempre il meglio.

Essere o apparire, il successo rischia di far puntare sull’ esteriorita’ ?

Io personalmente ho puntato tutto su professionalità ed ho cercato di sfruttare una mia passione. La rete è stata la mia finestra, un riflettore sul mondo che mi ha dato una grande popolarità, un mezzo potente forse molto più della TV, veloce, immediato, frenetico. Nonostante  fossi già un autore conosciuto ed apprezzato, con molta umiltà, mi sono laureato in Giurisprudenza ed ho perfezionato i miei studi di sceneggiatura, da vero professionista, ad un corso presso la Scuola Internazionale di Comics di Napoli, con insegnanti validi che mi hanno fatto cogliere il senso di questo lavoro. Alla fine sono uno scrittore e un regista, non faccio l’attore, l’esteriorità mi serve ben poco, se fossi bello e non sapessi scrivere sarebbe un grave problema. ( ride)

Quando eri piccolo sognavi quello che adesso hai ottenuto?

Essere uno sceneggiatore apprezzato e riconosciuto, che non opera solo a Napoli mia terra d’origine,è quello che ho sempre sognato. Certamente non mi fermo qui, ho una lunga carriera davanti e continuerò producendo e facendo prodotti di qualità e sempre più importanti.

I tuoi progetti futuri cosa prevedono?

La realizzazione di cortometraggi, nuovi monologhi, radiodrammi. Per ora stilo copioni. Intanto ho creato e fondato il webzine “ ITALY IN THE WORLD”,un progetto che sta andando alla grande sul web, che attraverso il new media ha l’obiettivo di portare l’arte e la cultura italiana nel mondo. Mi sto godendo il giusto successo della sitcom “ Assunta & Gennarino” e “Charme” dopo la vittoria, quest’ultima ha una mia sceneggiatura e la regia di Luca Maisto. Sto cercando di incanalare questi prodotti in altri importanti Festival. Staremo a vedere quello che succede, vi aggiornerò  attraverso i social . Intanto vi saluto e vi ringrazio per l’affetto costante che mi dimostrate giorno dopo giorno.

Advertisements
Contrassegnato da tag ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: